Annunci
Archivio | 13:23
Immagine

Premio nazionale di poesia e narrativa “La Torre” 2018 a Ruviano – di Alessandro Pino

22 Apr

Il piccolo centro di Ruviano – in provincia di Caserta – si sta confermando importante incubatore di pregevoli iniziative culturali legate all’universo della letteratura: per il prossimo 30 giugno è infatti prevista la quarta edizione del premio letterario nazionale di poesia e narrativa “La Torre” che si svolgerà in concomitanza con la ventiduesima edizione della Festa della Cultura Contadina. La manifestazione senza fini di lucro intende riscoprire attraverso la poesia e la narrativa usi e costumi che altrimenti rischierebbero di finire nell’oblìo, favorendo lo sviluppo dell’economia locale coinvolgendo attivamente i suoi attori locali, specialmente gli artigiani, facendo inoltre riscoprire il borgo medievale di Ruviano con il castello e la sua caratteristica torre dell’orologio. Sono previste cinque sezioni : poesia in lingua italiana a tema libero, narrativa in lingua italiana a tema libero, poesia o narrativa a tema speciale “memorie di un tempo”, poesia in vernacolo con traduzione per i dialetti diversi dal campano, giovani talenti per ragazzi di età compresa tra 12 e 17 anni per il quale serve la liberatoria dei genitori. Gli elaborati possono essere sia editi che inediti e dovranno essere inviati entro il 14 maggio 2018 utilizzando le modalità reperibili nel bando pubblicato sul sito web della Proloco Raiano (www.prolocoraiano.net). Il costo di partecipazione è di cinque euro per ogni elaborato, mentre per l’invio di quattro opere la quota complessiva scende a quindici euro. In palio ci saranno diplomi di merito, opere in ceramica e in legno realizzate dai Maestri artigiani locali. Per i primi classificati è previsto il pernottamento con prima colazione ed è inoltre stato istituito il Premio Campania, da assegnare a un autore della regione distintosi tra tutte le sezioni per l’opera presentata e il cui nominativo sarà comunicato durante la cerimonia di premiazione. L’attestato di partecipazione personalizzato verrà rilasciato su richiesta. Il Premio nazionale “La Torre” porta la firma di Michela Pietropaolo – ideatrice e organizzatrice oltre che poetessa vincitrice di prestigiosi riconoscimenti – con la collaborazione della Pro Loco “Raiano” e il patrocinio del Comune di Ruviano con il sindaco Roberto Cusano e dell’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia Caserta: < Il

concorso nazionale è giunto alla sua 4 edizione con non pochi sacrifici – dichiara Michela Pietropaolo – tenuto conto che ha visto la partecipazione di numerosi scrittori giunti dai luoghi più disparati di Italia (solo nell’ultima edizione si contano oltre 100 partecipanti).
La novità di quest’anno è l’aver inserito una sezione dedicata ai giovani e l’aver aperto al vernacolo non solo campano>.

Alessandro Pino

Annunci
Immagine

Ricordando Romeo Iurescia – di Alessandro Pino

22 Apr

Sono trascorsi ormai due anni dalla scomparsa di Romeo Iurescia, poliedrica figura di politico e artista autodidatta legato al territorio del Terzo Municipio oltre che al suo Molise. Nell’ultimo periodo della sua vita aveva privilegiato l’attività pittorica – in gioventù aveva esposto con De Chirico, Fanfani, Fausto Pirandello e Guttuso del quale era stato amico – e pochi giorni prima che mancasse lo incontrai per caso che esponeva i suoi disegni, alcuni dei quali realizzati anche su dei sassi, al Mercatino Conca d’Oro dove eravamo andati con Luciana Miocchi, mi pare per la rappresentazione del Carlo Magno di Dino Ruggiero che quell’anno si tenne nell’adiacente Parco delle Valli. Iurescia vicino ai disegni teneva in bella mostra la targa di finalista del Premio Montesacro che io stesso gli avevo consegnato sul palco del Teatro Viganò nel dicembre precedente. Non nascose di essere un po’ dispiaciuto per non essere arrivato primo assoluto e per rabbonirlo gli ricordai che gli avevo dedicato un ampio articolo sulla Voce del Municipio mesi prima quando tenne una mostra personale nell’aula consiliare di piazza Sempione. A quel punto, commosso ci regalò un disegno ciascuno e gli promisi che saremmo tornati a trovarlo con l’articolo incorniciato. Alcuni giorni dopo avevo pronta la cornice con il ritaglio del giornale quando fui avvisato della sua morte; da quel giorno la tengo da parte conservata.
Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: