Archivio | 20:01
Immagine

Tre cagnolini abbandonati nella spazzatura: salvati dai Vigili del Fuoco- di Alessandro Pino

12 Giu

[ROMA] Tre cuccioli di cane abbandonati in un cassonetto della spazzatura sono stati salvati dai Vigili del Fuoco in via Dei Centauri, tra Torre Angela e Tor Bella Monaca. La segnalazione è arrivata da un cittadino nel tardo pomeriggio del 12 giugno. I tre cagnolini erano disidratati e sono stati rifocillati dai Vigili del Fuoco che hanno poi provveduto ad allertare il servizio veterinario.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Vigili del Fuoco Roma)

Immagine

Incendio sul tetto del Ministero del Lavoro- di Alessandro Pino

12 Giu

[ROMA] Un incendio si è sviluppato sul tetto e sottotetto della sede in ristrutturazione del Ministero del Lavoro nel pomeriggio del 12 giugno. Sul posto, chiamati dal custode, sono arrivati i Vigili del Fuoco con quattro squadre, due autoscale, il carro autoprotettori e il Carro Rilevamento Radioattivo Chimico. Non sembrano essere coinvolte persone.

Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Vigili del Fuoco Roma)

Immagine

Talenti: sul presidio sanitario a largo Rovani la Lega chiede chiarezza- di Alessandro Pino

12 Giu

[ROMA] La mattina del 12 giugno il consigliere regionale della Lega Daniele Giannini, il coordinatore leghista del III Municipio Cristiano Bonelli e il consigliere municipale Mario Astolfi hanno incontrato medici del presidio sanitario di Largo Rovani, cittadini di Talenti e commercianti, in merito alla sorte della struttura da decenni operativa nel quartiere. <In questi giorni e’ stata gradualmente depotenziata nei servizi ai cittadini- hanno dichiarato i tre esponenti del Carroccio in una nota- e sembrerebbe che a breve potrebbe definitivamente chiudere. Le operazioni di spostamento dei medici con i loro servizi, come gli oculisti gli pleumonogi e i cardiologi presso altre sedi come quella di via Lampedusa e via Dina Galli, sono un chiaro messaggio che la Asl con il benestare della Regione Lazio ha intenzione di non rinnovare il contratto di affitto in essere in scadenza e di togliere a decine di migliaia di cittadini in gran parte anziani un presidio decentrato utilissimo>.
Prosegue la nota: <Serve chiarezza e trasparenza, è assurdo pensare di intervenire in sordina, se non di nascosto, quando si parla di sanità e di servizi ai cittadini. I presídi decentrati sono un valore aggiunto che mette in condizione la cittadinanza di recarsi senza troppi disagi nelle strutture disponibili, al contrario di quanto stanno facendo i dirigenti della Asl Rm 1″. Sulla vicenda lo stesso consigliere regionale Giannini, questa mattina, ha inoltrato una interrogazione urgente all’indirizzo del governatore del Lazio Nicola Zingaretti “per ottenere notizie chiare e per pretendere trasparenza su una vicenda che, a oggi, appare torbida”. Ha concluso il coordinatore Cristiano Bonelli: <Una petizione é già stata lanciata in tutto il quartiere ma se serve siamo pronti a proteste e manifestazioni>.

Alessandro Pino

Immagine

Viale Somalia: cassonetti incendiati, in manette un somalo- di Alessandro Pino

12 Giu

[ROMA] Un somalo trentunenne senza fissa dimora è stato arrestato dai Carabinieri per avere incendiato sette cassonetti della spazzatura tra viale Somalia, viale Etiopia via Piccinni nella prima serata di ieri. I militari notando i cassonetti in fiamme hanno chiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco mentre una passante ha dato la descrizione di un uomo da lei visto allontanarsi poco prima. Dopo una ricerca nella zona è stato fermato l’incendiario con i vestiti impregnati di fumo e fuliggine e quattro accendini in tasca.
Alessandro Pino

Immagine

Attentati incendiari anche a Monte Sacro: in manette sette anarcoinsurrezionalisti- di Alessandro Pino

12 Giu

[ROMA] Questa mattina, i Carabinieri del R.O.S. hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, richiesta dalla Procura della Repubblica di Roma ed emessa dal G.I.P. del Tribunale, nei confronti di sette militanti anarco-insurrezionalisti con l’accusa di aver costituito una cellula eversiva di matrice anarchica insurrezionale, avente base presso il centro sociale “Bencivenga Occupato” di Roma (zona Batteria Nomentana). Per l’accusa il gruppo mirava a riorganizzare il movimento anarchico così da colpire l’organizzazione democratica e costituzionalmente organizzata dello Stato. Numerosi gli atti terroristici esecutivi del programma criminale addebitati alla cellula eversiva, compiuti in diverse località del territorio nazionale. Alcuni sono stati compiuti a Roma ai danni di veicoli del servizio “Enjoy” dell’Eni: il primo dicembre 2017 in viale Jonio, dove quattro vetture Eni furono date alle fiamme con della diavolina posizionata sui pneumatici. Con lo stesso modus operandi altre tre vetture furono incendiate ai Prati Fiscali a marzo dello scorso anno. Nelle immagini diffuse dal Comando Provinciale Carabinieri Roma anche l’affissione di volantini di rivendicazione presso la stazione Nomentana di cui imbrattarono inoltre il sottopasso, riprese dalla videosorveglianza, che qui pubblichiamo. Il provvedimento scaturisce da un’attività investigativa avviata a seguito dell’attentato esplosivo alla Stazione Carabinieri di Roma San Giovanni, compiuto il 7 dicembre 2017.
Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: