Immagine

Aggredisce più volte un uomo al Tiburtino e al Sandro Pertini, nel frattempo guida sotto effetto di alcol e droga e ha un incidente | di Alessandro Pino

17 Set

[ROMA] Un quarantottenne romano già noto alle Forze dell’Ordine è stato arrestato dai Carabinieri nel pomeriggio del 16 settembre per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni aggravate, minaccia aggravata e porto non giustificato di oggetti atti ad offendere.

I militari della Compagnia Piazza Dante erano intervenuti al pronto soccorso dell’ospedale Sandro Pertini dopo la segnalazione di una lite tra due persone:

Il primo ad arrivare al pronto soccorso era stato un quarantatreenne, ferito dopo avere avuto una violenta discussione con un suo conoscente davanti a un bar in via dei Durantini. Mentre attendeva di essere visitato, l’uomo ha visto giungere il rivale, il quarantottenne che appena lo ha scorto ha ricominciato a minacciarlo lanciandogli contro una bottiglia di vetro, prima di essere allontanato dai sanitari che hanno chiamato i Carabinieri.

Mentre il ferito stava riferendo l’accaduto ai militari, il contendente si è presentato nuovamente al pronto soccorso, stavolta a bordo di una ambulanza, dopo essere rimasto coinvolto in un incidente stradale mentre guidava la propria auto.

Anche in questa occasione e per giunta davanti ai Carabinieri, vedendo il quarantatreenne ha dato nuovamente in escandescenze e lo ha minacciato tentando di aggredirlo.

I Carabinieri lo hanno bloccato e arrestato nonostante la resistenza opposta.

Perquisito, gli è stato trovato un piccolo coltello; le analisi del sangue hanno permesso di accertare che l’uomo si trovava alla guida del veicolo in stato di alterazione dovuta ad assunzione di sostanze alcoliche e stupefacenti, motivo per cui è stato anche multato dalla Polizia Locale di Roma Capitale.

La vittima delle reiterate aggressioni si trova ancora precauzionalmente ricoverato per un trauma contusivo alla testa e la frattura delle ossa nasali. L’arrestato, invece, è stato trattenuto in camera di sicurezza, in attesa del rito direttissimo.
Alessandro Pino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: