Archivio | 17:40
Immagine

Pestato a sangue alla metro Ponte Mammolo: LE FOTO

9 Set

[ROMA] Ecco le foto del brutale pestaggio avvenuto nel pomeriggio del 7 settembre alla stazione della metropolitana Ponte Mammolo: nelle immagini, tratte dal circuito di videosorveglianza, si vede la vittima, un afghano trentasettenne, a terra mentre viene preso a calci dall’aggressore, un romano quarantaduenne poi arrestato dalla Polizia.

La vittima, che era stata anche insultata con frasi razziste, è stata portata in ospedale in codice giallo.
(A cura di Alessandro Pino)

Immagine

Metro Ponte Mammolo: pestato a sangue a calci e pugni | di Alessandro Pino

9 Set

[ROMA] Un afghano trentaseienne è stato pestato a sangue a calci e pugni da due persone alla stazione Ponte Mammolo della linea B della metropolitana. È accaduto nel pomeriggio del 7 settembre: gli agenti del IV Distretto San Basilio e delle Volanti erano intervenuti per la segnalazione di una lite animata.

In un locale all’ingresso della stazione hanno trovato la vittima riversa a terra appena dopo essere stata malmenata; fra l’altro durante il pestaggio era anche stata insultata con ingiurie razziste.

Il malcapitato è stato portato in ospedale in codice giallo mentre poco dopo è stato bloccato uno degli aggressori, un quarantaduenne romano: sulle mani e sulla maglietta aveva ancora tracce di sangue.

L’uomo ha rivendicato la responsabilità dell’aggressione, ribadendo la sua posizione nei confronti dell’afghano continuando a insultarlo e facendo notare ai poliziotti la croce celtica tatuata su una mano, a sottolineare la sua fede politica.
Proseguono le ricerche dell’altro autore del pestaggio.
Alessandro Pino

(Immagine Questura di Roma)

Immagine

Monte Sacro: colpisce la moglie con una testata e la segrega in casa | di Alessandro Pino

9 Set

[ROMA] È stata colpita con una testata dal marito e poi segregata in casa per più di un giorno senza poter avere contatti con l’esterno: per questo un uomo sessantenne è stato arrestato dalla Polizia a Monte Sacro.

È accaduto in viale Jonio: la mattina dell’8 settembre agli agenti del III Distretto Fidene Serpentara e del Commisaariato Vescovio è arrivata la segnalazione di una donna maltrattata e segregata in casa dal marito.

Arrivati sul posto, i polziotti hanno contattato la vittima che li aspettava in strada. La donna ha riferito loro che il giorno prima dopo una discussione con il marito per futili motivi questi l’aveva colpita violentemente in faccia con una testata, costringendola inoltre a rimanere isolata in casa senza avere contatti con il mondo esterno: lui infatti le aveva tolto chiavi di casa e telefono.

Solo nella mattinata di ieri la povera donna è riuscita a riprendersi il cellulare con cui ha chiamato le Forze dell’ordine.

L’uomo è stato arrestato per maltrattamenti, rapina impropria, lesioni personali e sequestro di persona ed è stato portato in carcere.
Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: