Archivio | 15:20
Immagine

Sull’uccisione dei piccoli cinghialini a Roma infuria la polemica: ma cosa mangia chi piange per loro? – di Alessandro Pino

23 Ott

[ROMA] Non si placa la polemica sulla soppressione della famiglia di cinghiali avvenuta alcune notti fa in un parco pubblico della Capitale dove il gruppo di suini (madre con alcuni cuccioli) era entrato, vagando come tanti loro simili alla ricerca di cibo in zone urbane e venendo poi chiuso all’interno del recinto. Il caso è rimbalzato anche sui media internazionali, venendo trattato anche dalla britannica Bbc mentre a giorni di distanza dal fatto ancora è in corso il rimpallo di responsabilità su chi abbia realmente deciso di compiere quella che a una gran parte di pubblico è apparsa una barbara mattanza, una strage degli innocenti degna di Erode, al punto di arrivare quasi a una beatificazione laica dei poveri animali attuata anche via social network (dove è stato creato anche un gruppo al riguardo che include sempre più iscritti) ma non solo. Sulla cancellata del giardino pubblico dove la famiglia di cinghiali fu rinchiusa e uccisa sono stati apposti messaggi di cordoglio scritti da tanti bambini rimasti traumatizzati dai fatti e addirittura sono stati accessi lumini votivi in ricordo dei simpatici suini. Qualche commentatore particolarmente sarcastico e scettico ha giudicato eccessiva tale attenzione, puntando il dito su chi nella quotidianità magari non dedica altrettanta benevolenza al prossimo, specialmente al volante. Non è questo il punto di vista di chi scrive, sia detto chiaramente. Vorremo però mettere a fuoco un altro tipo di probabile contraddizione legata alla vicenda: sulle tavole di coloro che si sono indignati- lodevolmente, ripetiamo, a nostro parere- per la vicenda, che cosa si mangia abitualmente? A quanti dei bambini in lacrime per la soppressione dei piccoli cinghialini e della loro mamma, viene normalmente preparato un bel panino al prosciutto dalle mani di genitori o nonni premurosi? E allora che differenza c’è tra i suini selvatici uccisi in un parco pubblico della Capitale e quelli di allevamento che ogni giorno vengono macellati dopo essere vissuti spesso in autentici lager e poi stipati in condizioni sadiche sui camion che li portano al mattatoio? Qualcosa però sta cambiando anche a livello di sensibilità nella cultura della nutrizione se un gigante agroalimentare come la Findus ha investito risorse – si presume non poche anche in termini di ricerca e pubblicità – per una nuova linea di hamburger vegetariani.
Se la orribile fine della famigliola di cinghiali servirà anche a smuovere le coscienze in tal senso, il loro sacrificio diventerà il punto di svolta di un nuovo modello di vita rispettoso di chiunque abbia degli occhi e respiri.
Alessandro Pino

Immagine

Stazione Tiburtina: in manette un ricercato per reati predatori- di Alessandro Pino

23 Ott

[ROMA] Un sessantacinquenne italiano è stato arrestato dalla Polizia Ferroviaria il 22 ottobre alla stazione Tiburtina perché colpito da un ordine di cattura per reati predatori. Gli agenti in servizio congiunto con l’Esercito hanno identificato l’uomo nello scalo ferroviario. Da un controllo in banca dati sono emersi vari precedenti per furti in ambito ferroviario e l’ordine di carcerazione che è stato eseguito immediatamente con il trasferimento a Rebibbia.
Alessandro Pino

Immagine

Domenica 25 ottobre torna Carlo Magno al ponte Nomentano- di Alessandro Pino

23 Ott

[ROMA] Domenica 25 ottobre torna l’appuntamento annuale al ponte Nomentano- nel cuore di Monte Sacro- con la rievocazione storica del passaggio di Carlo Magno avvenuto nel novembre dell’anno 800 e la rappresentazione della sua incoronazione, a cura della associazione “Il Carro de’ Comici” dell’attore e divulgatore di storia romana Gherardo Dino Ruggiero. Giunta alla ventiduesima edizione, la rievocazione questa volta si svolgerà nella pineta adiacente il ponte e verrà inscenata con dei manichini in costume in sostituzione di attori e figuranti, tutto questo in ossequio alle normative anti Covid.
A seguire visita guidata gratuita al ponte e alle sue adiacenze, con la novità del nuovo pontile di approdo sull’Aniene e la spiaggia de “I Caimani del Belorizonte”.
Ricordiamo che il ponte Nomentano è uno dei Luoghi del Cuore selezionati dal Fai (Fondo per l’Ambiente Italiano).
La manifestazione si svolge in collaborazione con Italia Nostra sezione romana, Casa della Romanità, Rete La Via di Francesco, Associazione Civici Pompieri Volontari e ha ricevuto il patrocinio gratuito del Terzo Municipio della Capitale. L’inizio è previsto per le dieci e mezza del mattino.
Alessandro Pino

Immagine

Eur Palasport: presi mentre forzano un furgone in sosta- di Alessandro Pino

23 Ott

[ROMA] Una coppia di bosniaci specializzati in furti su veicoli è stata bloccata la mattina del 22 ottobre dalla Polizia a piazzale Pier Luigi Nervi. Lui, trentenne, dopo aver forzato il portellone laterale di un furgone in sosta, ha asportato alcuni pacchi dal vano di carico del mezzo mettendoli nel bagagliaio della sua auto, mentre lei, trentunenne, stava di vedetta. Nel parcheggio però c’erano anche agenti in borghese che li avevano pedinati. I poliziotti hanno perquisito la macchina su cui i due viaggiavano, trovando all’interno
cacciaviti, chiavi e arnesi da scasso.
I due sono accusati di furto aggravato in concorso.
Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: