Archivio | 14:37
Immagine

Monterotondo: pestato e ridotto in fin di vita in centro storico, una denuncia | di Alessandro Pino

21 Ott

[MONTEROTONDO- RM] É stato individuato dai Carabinieri il presunto autore di una violenta aggressione avvenuta in pieno centro la sera del 12 ottobre scorso: la vittima, un ventunenne eretino, fu trovato da alcuni passanti a terra nei pressi del teatro Ramarini col volto tumefatto e quasi privo di sensi, dopodiché fu elitrasportato al Gemelli in prognosi riservata. Al momento è ancora ricoverato anche se le sue condizioni sono in via di miglioramento.

Le indagini dei militari della Stazione di Monterotondo, allertati dai sanitari e coadiuvati dai colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile, iniziarono la sera stessa raccogliendo ogni elemento utile a ricostruire l’accaduto: una indagine in salita per la mancanza di eventuali testimoni dell’accaduto disponibili a collaborare.

I Carabinieri sono comunque arrivati all’individuazione del presunto autore del pestaggio, un venticinquenne anch’egli di Monterotondo; il giovane è stato deferito alla Procura della Repubblica di Tivoli.

Le indagini tuttavia continueranno poiché la Procura di Tivoli ha chiesto ai Carabinieri di Monterotondo di ricostruire l’intera dinamica dell’accaduto e comprendere le ragioni dietro l’aggressione episodio.

Alessandro Pino

Immagine

Cinquina: mamma fuggita di casa per i maltrattamenti del figlio torna per portargli la spesa e viene aggredita | di Alessandro Pino

21 Ott

[ROMA] Una triste vicenda di vessazioni in famiglia durate per anni ai danni di una mamma arriva dal quartiere Cinquina, dove un diciannovenne è stato arrestato dalla Polizia.

Gli agenti delle Volanti erano intervenuti in via Domenico Cavalca per la segnalazione di una persona in escandescenze che stava aggredendo la madre in casa. Sul posto i poliziotti hanno visto una donna in lacrime che chiedeva aiuto da un balcone e che una volta entrati in casa ha riferito loro, ancora molto scossa e agitata, di essere stata aggredita fisicamente e verbalmente dal figlio, anche lui presente nell’abitazione.

Il ragazzo, che era seduto sul divano, vedendo i poliziotti è scattato in piedi e ha iniziato a inveire contro la madre. Gli agenti hanno cercato di calmarlo ma lui con aria aggressiva ha cercato di provocarli minacciando di picchiarli e ha provato ad aggredire ancora la madre. I poliziotti hanno impedito la nuova aggressione, allontanandolo e facendolo entrare a fatica nella macchina di servizio.

La sventurata madre, 45 anni, ha poi riferito di aver dovuto lasciare casa da giugno e di aver trovato ospitalità presso una sua amica, perché terrorizzata dai continui scoppi di violenza verbale e fisica del figlio, descritto da lei come assuntore di cocaina e hashish; era tornata in casa per assicurarsi delle condizioni del figlio e per portargli un po’ di spesa come faceva periodicamente ma non avendolo trovato aveva deciso di rimettere in ordine l’appartamento.

La cosa aveva mandato il figlio su tutte le furie al suo rientro: dopo avere iniziato a spintonarla fuori dall’abitazione, l’aveva quasi fatta cadere dalle scale.

In sede di denuncia, la donna ha rifiutato le cure mediche nonostante il suo viso mostrasse un evidente rossore riconducibile all’aggressione descritta.

A causa della serie di prolungate vessazioni fisiche e verbali nei confronti della madre che le avevano causato un forte stato di ansia, il ragazzo è stato arrestato per il reato di maltrattamenti in famiglia e associato presso  una casa  circondariale.
Alessandro Pino

Immagine

Fidene: ritrovato anziano scomparso dall’ospedale San Camillo | di Alessandro Pino

21 Ott

[ROMA] É stato ritrovato sano e salvo sulla Salaria all’altezza di Fidene l’anziano di cui si erano perse le tracce il 20 ottobre all’ospedale San Camillo presso cui era ricoverato.

Ne ha dato notizia tramite i propri profili social la trasmissione di Rai 3 “Chi l’ha visto?” che si era occupata proprio il giorno stesso della scomparsa dell’uomo, ottantacinquenne. A trovare l’anziano è stata una pattuglia della Guardia di Finanza.

Alessandro Pino

Immagine

Piazzale delle Provincie: cerca di forzare un appartamento e aggredisce il portinaio | di Alessandro Pino

21 Ott

[ROMA] Ha cercato di scassinare un appartamento in un palazzo nei pressi di piazzale delle Provincie, aggredendo il portiere dello stabile. Per questo un georgiano quarantunenne è stato arrestato dalla Polizia.

É accaduto in via della Lega Lombarda in pieno giorno: il proprietario dell’appartamento, dopo aver sentito il campanello suonare ha visto dallo spioncino della porta uno sconosciuto che armeggiava sulla serratura. Spaventato, ha chiamato il portiere dello stabile che ha provato a bloccare il malvivente, venendo però spintonato ripetutamente con violenza dal ladro che si è dato alla fuga. Il portiere lo ha inseguito fino a piazzale delle Provincie, dove ha urlato a una pattuglia del commissariato Porta Pia in transito di fermare il fuggitivo.

Il georgiano è stato bloccato e perquisito venendo trovato con alcuni arnesi da scasso: un paio di forbicine, una chiave alterata artigianalmente e usata come passepartout, una confezione di Svitol e una piccola morsa. Dopo gli accertamenti è stato arrestato per rapina e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Alessandro Pino

Immagine

Arancia Meccanica a Monte Sacro: anziana rapinata a casa | di Alessandro Pino

21 Ott

[ROMA] Rapina shock in casa di una anziana signora a Monte Sacro: é accaduto un paio di sere fa sulla via Nomentana nei pressi di piazza Sempione. La donna, secondo quanto riportato da Il Messaggero, è stata aggredita da due banditi che sono entrati in casa forzando l’inferriata di una porta finestra.

La vittima, settantacinquenne, è stata immobilizzata sul letto con uno dei criminali che le schiacciava un cuscino sulla faccia. Il bottino della rapina ammonterebbe a qualche migliaio di euro in preziosi. La povera donna dopo che i rapinatori si sono dileguati ha chiesto aiuto a una vicina che ha avvisato il 112.

Tutto questo quando è ben presente nel quartiere il ricordo dell’omicidio della ottantanovenne Anna Tomasino, avvenuto durante una rapina in casa nel cuore di Città Giardino nel 2019 a opera di una banda di rom.

Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: