Archivio | 19:16
Immagine

Piazza Sempione: sul restyling è lite tra parroco e minisindaco come ai tempi di Don Camillo e Peppone | di Alessandro Pino

13 Feb

[ROMA] Si arricchisce di una nuova puntata quella che sembra ormai diventata la telenovela del progetto di riqualificazione e parziale pedonalizzazione di piazza Sempione e del vespaio di polemiche che ha suscitato, anche per quanto riguarda lo spostamento della statua della Madonna dal centro verso la scalinata della Chiesa dei Santi Angeli Custodi, nel cuore di Monte Sacro.
Ad attizzare nuovamente il fuoco della polemica sono state le critiche del parroco Don Mario- spalleggiato dalle migliaia di parrocchiani che contestano il progetto- apparse nelle sezioni cittadine di testate del calibro de “Il Messaggero” e “la Repubblica”.

Nel mirino delle dichiarazioni del sacerdote, oltre al progetto in sé (che snaturerebbe gli equilibri di un quartiere la cui popolazione storica è sempre più anziana) è finito ovviamente il presidente del Municipio Giovanni Caudo, accusato di avere nei fatti ignorato le posizioni di quella consistente parte di stakeholder facente capo alla parrocchia: si parla di oltre ventimila fedeli. Persone legatissime alle dinamiche e alle abitudini quasi da piccola cittadina di provincia della Città Giardino e per i quali la movida selvaggia fatta di localini al posto di botteghe, con il relativo nefasto contorno di bivacchi, rifiuti e schiamazzi è chiaramente un fattore di invasiva molestia. Persone affezionate, sul piano simbolico, alla statua della Madonna, un ex voto dopo la tragedia della guerra, presente a centro piazza dal 1948. Per questo, a quanto si legge, è stata lanciata sul giornalino parrocchiale una raccolta firme tra i residenti per dire “no” al progetto. Il parroco Don Mario non ha poi escluso la possibilità di querelare il presidente Caudo per le sue dichiarazioni. E più di qualcuno, in questa querelle tra minisindaco e parroco, ha visto una sorta di remake delle baruffe tra Don Camillo e Peppone narrate da Guareschi e portate al cinema da Fernandel e Gino Cervi.
Alessandro Pino

Immagine

Roma: riapre al pubblico il centro visitatori della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni | di Alessandro Pino

13 Feb

[ROMA] Ha riaperto al pubblico il centro visitatori del Tempio di Roma della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni.
All’interno si possono ammirare opere d’arte sacra contemporanea con guide interattive e godere dei giardini. Il centro è visitabile nei giorni di lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle ore 14,00 alle 20,00 su prenotazione.


Il Centro Visitatori del Tempio di Roma si trova in via di Settebagni 380, vicino agli uffici della Agenzia delle Entrate. Si può entrare con la propria auto e parcheggiare all’interno. La visita è gratuita. Per prenotare telefonate al 351 767 7101.

Alessandro Pino

Immagine

Torpignattara: in preda all’alcool aggredisce i passanti e palpeggia una ragazza | di Alessandro Pino

13 Feb

[ROMA] Un trentenne iracheno è stato arrestato dalla Polizia in zona Torpignattara con l’accusa di violenza sessuale nella serata del 12 febbraio.

Erano da poco trascorse le ventuno quando gli agenti dei commissariati Porta Maggiore e Prenestino lo hanno bloccato in via Muzio Attendolo, dopo che aveva tentato di aggredire i passanti e poi di palpeggiare una ragazza. L’uomo era in evidente stato di ebbrezza.
Alessandro Pino

Immagine

Casal Bruciato: entra di notte in una scuola e ruba le monete dai distributori di merendine | di Alessandro Pino

13 Feb

[ROMA] Un quarantasettenne italiano con vari precedenti è stato arrestato per furto aggravato nella tarda sera del 12 febbraio dalla Polizia in via Sebastiano Satta, zona Casal Bruciato.

Gli agenti della Sezione Volanti e del commissariato Sant’Ippolito lo hanno sorpreso all’interno di una scuola mentre rubava le monete dalle macchinette distributrici di bevande e merendine. Il malvivente ha agito con un complice che viene ricercato.
Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: