Archivio | 14:36
Immagine

Spaccio fuori il cimitero Flaminio: 17 arresti | di Alessandro Pino

8 Giu

[ROMA] Un’operazione congiunta di Polizia e Carabinieri è avvenuta nelle prime ore dell’8 giugno per dare esecuzione a un’ordinanza applicativa di misure cautelari nei confronti di ventidue indagati
ritenuti responsabili dello spaccio di cocaina nei pressi dell’ingresso del Cimitero Flaminio.

L’indagine denominata Cleopatra sotto la direzione e il coordinamento della Procura di Roma- Direzione Distrettuale Antimafia- ha riguardato un’organizzazione costituita in particolare da egiziani ma tra gli indagati figurano anche tre appartenenti alle Forze dell’ordine (due carabinieri oggi stesso sono stati sospesi precauzionalmente dal servizio dall’Arma) che avrebbero fornito informazioni riservate per assicurare la prosecuzione dello spaccio ed eludere indagini o interventi.

L’organizzazione operava in particolare nel settore dello spaccio di cocaina nei pressi dell’ingresso del Cimitero Flaminio, utilizzando come base logistica un banco di fiori, con punte di quattrocento spacci al giorno per un guadagno giornaliero di circa ventimila euro.

I clienti si avvicinavano a soggetti che apparentemente si occupavano della vendita dei fiori, pagavano il dovuto e ricevevano la quantità di droga richiesta. I pusher prelevavano la droga dai vasi di fiori, dall’aiuola adiacente al banco di vendita o dalla boscaglia antistante, adiacente la Flaminia.

In orario serale e notturno i consumatori venivano accompagnati alla rotatoria della vicina stazione Montebello della ferrovia Roma Nord dove c’erano ad attenderli altri spacciatori, nascosti dietro una rete metallica e la vegetazione.

In seguito l’attività di spaccio anche a causa degli interventi delle Forze di Polizia era stata modificata, utilizzando sempre il banco come base logistica, ma spostando la vendita ai clienti sulla Flaminia e sul controviale oltre che presso un esercizio commerciale.

Dei ventidue indagati, undici sono stati colpiti da ordinanza di custodia cautelare in carcere, sei agli arresti domiciliari e cinque sono sottoposti al divieto di dimora nel Comune di Roma con obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata all’illecito traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, corruzione per atti contrari ai doveri d’ufficio, rivelazione e utilizzazione di segreti di ufficio, accesso abusivo a sistema informatico o telematico, detenzione e porto illegale in pubblico di armi e di munizionamento, furto aggravato.
Alessandro Pino

Immagine

Corso di Francia: asilo allagato, 40 bambini soccorsi dai Vigili del Fuoco | di Alessandro Pino

8 Giu

[ROMA] A partire dal mezzogiorno e mezzo dell’8 giugno sono arrivate diverse chiamate di soccorso per maltempo alla Sala Operativa dei Vigili del Fuoco. Tra le aree più colpite quella di Roma Nord (Corso di Francia, Ponte Milvio,Prati, Monte Mario e Nomentano).

Nei pressi del Corso di Francia si sta intervenendo in via Castelnuovo di Porto per soccorrere quaranta bambini di un asilo impossibilitati a uscire assieme ad alcuni adulti a causa di un allagamento.

I bambini e il personale sono stati trasportati fuori la struttura scolastica e messi in sicurezza in un albergo nelle vicinanze. Sono stati contattati i genitori per venire a riprenderli.

Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Vigili del Fuoco Roma)

Immagine

Talenti: preso mentre ruba la ruota di un’auto | di Alessandro Pino

8 Giu

[ROMA] Un quarantaduenne albanese è stato arrestato dalla Polizia a Talenti per furto aggravato. Gli agenti del III Distretto Fidene Serpentara hanno trovato l’uomo all’alba del 7 giugno in largo Rovani mentre cercava di smontare una ruota da un’auto parcheggiata. L’albanese ha tentato la fuga ma è stato inseguito e bloccato. Gli sono stati sequestrati un crick, una chiave a brugola e due catalizzatori.
Alessandro Pino

Immagine

Viale Jonio: si abbassa i pantaloni e mostra i genitali a una bambina, poi gli trovano la droga | di Alessandro Pino

8 Giu

[ROMA] Si è tirato giù i pantaloni Jonio mostrando i genitali a una bambina che era in auto a viale Jonio con la mamma e quando è stato rintracciato dalla Polizia gli sono stati trovati alcuni etti di droga oltre al materiale per la pesatura e il confezionamento. Per questo un italiano quarantasettenne con vari precedenti è stato arrestato dalla Polizia per detenzione ai fini di spaccio e atti osceni.

Quando l’individuo ha esibito le parti intime alla piccola, la madre che era con lei ha telefonato alla Polizia che lo ha trovato in un locale di cui è socio. Gli agenti del commissariato Villa Glori entrando hanno sentito un forte odore di droga e hanno perquisito il locale trovando tredici buste di plastica contenenti quasi un etto e mezzo di marijuana, una con quasi un etto di hashish, altre trenta bustine di plastica con 130 grammi di hashish, un bilancino di precisione, un rotolo di pellicola e numerose bustine in plastica per il confezionamento.

Nascoste sul fondo di un cassetto del banco di vendita c’erano 61 banconote da 50 euro, mentre nella stampante al posto del toner c’era un astuccio con diciotto banconote da 20 euro, venti banconote da 10 euro e sette banconote da 5 euro. La successiva perquisizione domiciliare ha portato al sequestro di oltre due etti e mezzo di hashish divisi in cinque involucri, un bilancino di precisione, un coltello per il taglio e numerose bustine in plastica per il confezionamento.

Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: