Annunci
Archivio | aprile, 2019
Immagine

Ruba uno scooter a Monte Sacro, arrestato – di Alessandro Pino

29 Apr

[Roma] Ruba uno scooter a Monte Sacro, poco dopo casca a terra e viene arrestato. È stato grazie a un antifurto satellitare, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma sono riusciti ad intercettare in via Dameta una moto rubata poco prima in via Corsaglia. Il conducente del mezzo, un romano di 22 anni, con precedenti per spaccio di stupefacenti, prima di essere arrestato, ha opposto una strenua resistenza, per questo oltre che di furto aggravato dovrà rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale. L’allarme della centrale a cui era collegato l’antifurto satellitare, diramato al 112, ha consentito in poco tempo alla pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile di rintracciare il ladro a bordo del veicolo, un Honda Sh 150, con cui era caduto, poco prima dell’alt dei militari, in via di Ponte Mammolo.

Alessandro Pino

Annunci
Immagine

Val Melaina: arrestato ladro di appartamenti – di Alessandro Pino

29 Apr

[Roma] Un ladro di appartamenti georgiano trentottenne è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Città Giardino dopo che aveva colpito in una abitazione in via di Val Melaina, grazie alla segnalazione di un portinaio. Il solerte portiere dello stabile infatti, ascoltati dei rumori provenienti dall’abitazione, ha affrontato il ladro che per guadagnare la fuga lo ha minacciato con un grosso cacciavite. Prima di lasciarlo fuggire, il custode è riuscito però a fotografare il cittadino georgiano, dando l’allarme al 112. La foto è stata diramata dalla centrale operativa dei Carabinieri a tutte le pattuglie in zona e così il ladro è stato rintracciato nei pressi: si tratta di un malvivente con precedenti specifici a cui i Carabinieri hanno anche sequestrato gli arnesi utilizzati per aprire la porta dell’appartamento di una donna romana che era in vacanza. L’arrestato è stato trattenuto in attesa del rito direttissimo.

Alessandro Pino

Immagine

Il cretino due punto zero – di Alessandro Pino

28 Apr

Se fino ad alcuni anni – ma si potrebbe dire mesi tanto sono pochi – sembrava essere rimasto lettera morta il pittoresco quadretto familiare dipinto agli albori dell’informatica con il papà che tramite computer gestiva il conto corrente, la mamma consultava le ricette archiviate sul medesimo e il figlioletto che ci giocava e studiava (in realtà ci giocava e basta), alla fine il cambiamento realmente diffuso nei costumi e nei modi di vita quotidiani legato alle nuove tecnologie si è avuto non tanto con il web in sé stesso, che comunque ne rimane il presupposto (poiché è il collegamento senza il quale si farebbe poco o nulla) quanto con la diffusione massiccia degli smartphone e il fenomeno della convergenza digitale ad essi legato – racchiudono in essi le funzioni di più strumenti non solo audio e video – e che in essi si esplicita: per rendersene conto – o tentare di farlo, essendo calati nella stessa realtà che si vorrebbe esaminare – basta vedere cosa viene pubblicizzato in televisione, medium che peraltro sta cambiando esso stesso slegandosi dalla programmazione delle emittenti classiche, vedasi l’arrivo delle Smart tv (che in sostanza sono degli enormi smartphone). Dunque si pubblicizzano i telefoni stessi (arrivati a disporre di quattro fotocamere) ma ancor più le applicazioni, i servizi di ogni genere (senz’altro utili in alcuni casi, futili se non diseducativi o addirittura deleteri in molti altri, vedasi il gioco d’azzardo digitale) a esse legati e tramite le quali sono fruibili e anche nel caso si tratti di prodotti di altro genere – vedasi automobili – si dà ampio risalto alla componente interattiva, intrattenitiva e comunicazionale di quanto reclamizzato, in luogo di quelle caratteristiche e aspetti (consumi, prestazioni, finiture, dotazioni strettamente meccaniche e pratiche, ma anche prestigio e immagine) che una volta sarebbero andate per la maggiore, al punto che una vettura sembra non essere completa se non sfoggia a centro plancia uno schermo tattile (vabbè, touch screen altrimenti nessuno capisce) da almeno dieci pollici e pazienza se chi guida anziché la strada guarda inevitabilmente quello riempiendolo di ditate. Nemmeno gli elettrodomestici fanno eccezione, tutto lavatrice inclusa sembra debba essere connesso in rete, come se in assenza di tale elemento i panni non si lavassero. La casa deve essere automatizzata e comandabile a voce o a distanza tramite assistenti virtuali in un delirio di rincoglionimento diffuso dal quale – almeno a quanto viene mostrato – nessuna fascia di età resta immune, tutti presi all’amo anzi nella rete nel vero senso della parola. In uno scenario – verrebbe da dire scemario – del genere il rischio di trovarsi spiazzati e privi di riferimenti solidi e certi qualora un sistema che ha nell’immateriale e virtuale la sua essenza fondamentale presenti una qualunque difficoltà è ben più di una ipotesi da catastrofismo fantascientifico e non serve paventare chissà quali eventi traumatici generali (i server di Facebook che vanno ko per un paio di ore provocando crisi generalizzate di astinenza da social) che impediscano la trasmissione e la ricezione dei dati, basta rimanere con la batteria scarica per tramutare in niente più che un costoso fermacarte questi apparecchi che sono ormai diventati delle protesi della persona, talmente il loro uso si è fatto costante, invasivo e apparentemente irrinunciabile in questa fase dell’evoluzione umana.

Alessandro Pino

Immagine

Sfida tra estremisti: aria pesante a Monte Sacro – di Alessandro Pino

26 Apr

[Roma] Secondo quanto riferito da Manuel Bartolomeo, esponente di Fratelli d’Italia per il Terzo Municipio, nella notte tra il 25 e il 26 aprile sotto il ponte che scavalca viale Jonio sono stati affissi dei manifesti raffiguranti in un macabro fotomontaggio la testa di Benito Mussolini sul corpo a testa in giù dell’ “appeso”, figura dei tarocchi in questo caso usata per evocare i fatti storici di piazzale Loreto nel 1945, quando il cadavere del Duce fu impiccato per i piedi. Sui manifesti sarebbero state tracciate le scritte “zona infestata dai partigiani”. L’episodio sembra fare il paio – su fronti opposti – con l’incendio della corona lasciata sulla lapide in via Scarpanto che commemora alcuni partigiani fucilati, verificatosi la stessa notte a poche centinaia di metri di distanza. <L’aria di tensione si sta alzando – ha commentato Bartolomeo tramite social network – e l’amministrazione municipale non aiuta. Invece di abbassare i toni, rischia di alimentare attriti di cui vorremmo fare a meno, basti pensare ai continui striscioni esposti sulla facciata della sede istituzionale del Municipio>

Alessandro Pino

Immagine

Val Melaina: incendiata la corona dei partigiani – di Alessandro Pino

26 Apr

[Roma] È stata incendiata nella notte la corona di fiori deposta ieri per il 25 aprile in via Scarpanto a Val Melaina dal presidente del Terzo Municipio, Giovanni Caudo, sulla lapide che ricorda i partigiani del quartiere Monte Sacro uccisi durante la guerra civile. Gli autori del gesto al momento sono ignoti.

Alessandro Pino

Immagine

Via Delle Valli: tenta di suicidarsi gettandosi dal ponte – di Alessandro Pino

25 Apr

[Roma] Un settantanovenne che stava per lanciarsi dal viadotto delle Valli è stato salvato in extremis da due agenti

della Polizia di Roma Capitale appartenenti al Gruppo “Nomentano”. I due stavano percorrendo via delle Valli in direzione Piazza Conca d’Oro, quando nei pressi dell’uscita della Tangenziale hanno notato una persona arrampicata sulla rete metallica di protezione posta lungo il ponte. Immediatamente hanno intuito le intenzioni suicide dell’uomo che aveva già oltrepassato la rete con una gamba, si sono fermati e con l’aiuto di un cittadino di passaggio si sono adoperati per impedire l’insano gesto.

L’anziano aspirante suicida

si trovava un forte stato di agitazione ma gli agenti sono riusciti dopo lunghe e non facili trattative a farlo desistere dal suo intento. L’anziano era privo di documenti e parlando con lui sono riusciti a ottenere alcuni elementi utili per risalire alla sua identità. In questo modo, dopo le visite mediche da parte del personale del 118, è stato affidato al figlio, giunto sul posto poco dopo essere stato rintracciato dagli agenti

.

Alessandro Pino

Immagine

Ex ospizio di Casal Boccone: un arresto per tentato omicidio – di Alessandro Pino

23 Apr

[Roma] È stato rintracciato e arrestato dai Carabinieri nell’ex casa di riposo occupata in via Di Casal Boccone un ventiquattrenne di Subiaco per il tentato omicidio di un suo compaesano, ancora oggi in prognosi riservata. Secondo la ricostruzione dei fatti, nel pomeriggio dello scorso 18 aprile, nei pressi del capolinea Cotral di Subiaco, al culmine di una lite per futili motivi, l’aggressore aveva estratto un coltello e colpito ripetutamente al tronco la vittima, per poi far perdere le proprie tracce dopo essere salito a bordo di un bus diretto nella Capitale. Il malvivente è stato appunto trovato qualche giorno dopo in un appartamento ricavato dentro l’ex ospizio occupato da diversi anni in via Di Casal Boccone. La perquisizione ha permesso di rinvenire e sequestrare un coltello ritenuto essere l’arma utilizzata per il ferimento e i vestiti sporchi di sangue, indossati al momento dell’aggressione.

Alessandro Pino

Immagine

Scaraventò a terra una anziana per rapina usando subito la carta di credito: Rom arrestata – di Alessandro Pino

17 Apr

[Roma] Una diciannovenne Rom (H. K. le iniziali) che nel dicembre scorso aveva rapinato un’anziana scaraventandola a terra, usando immediatamente le carte di credito presenti nella borsa, è stata arrestata dalla Polizia. I fatti si erano svolt in via Caio Canuleio, zona Tuscolano. La delinquente dopo aver avvicinato una donna anziana chiedendole dei soldi, l’aveva strattonata facendola cadere a terra e rapinandola del portafogli. La rom dopo aver preso le carte di credito aveva subito prelevato denaro in tre diversi istituti di credito, andando poi in un negozio sulla Tuscolana per comprare due cellulari sempre utilizzando la carta rubata. Gli investigatori del commissariato della Polizia di Stato Tuscolano, dopo aver analizzato i filmati della videosorveglianza installate su via Caio Canuleio, hanno trovato le immagini della rapina. Dopo aver controllato gli estratti conto della carta di credito, hanno acquisito le immagini delle telecamere di sicurezza posti nelle adiacenze dei bancomat, ricostruendo le mosse della rapinatrice. L’identificazione della donna è stata effettuata dal Gabinetto Interregionale della Polizia Scientifica di Roma, che ha comparato le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza con le foto di donne pregiudicate per reati simili. A conclusione delle indagini la Rom diciannovenne è stata arrestata per rapina ai danni della anziana e indebito utilizzo di carte di pagamento.

Alessandro Pino

Immagine

Nuova medaglia per le ragazze della Ginnica 3 – di Alessandro Pino

16 Apr

[Roma] Nuovo prestigioso successo per le ragazze della Ginnica 3, squadra legata al territorio del Terzo Municipio della Capitale: lo scorso 14 aprile a Pisa hanno conquistato la medaglia d’argento nel Campionato Interregionale di squadra A1 GOLD della Federazione Ginnastica d’Italia. Le giovanissime ginnaste hanno portatoo a termine una gara difficile e di altissimo livello, facendo risultare la Ginnica 3 prima societa’ del Lazio tra le partecipanti.
Grande la soddisfazione di tutto il team della Ginnica 3 con in testa le tecniche Marina Bagnato, Paola Di Iorio e Antonella Murru: <Riteniamo questa una vittoria di squadra, va detto grazie allo staff per gli sforzi e per la professionalità, oltre naturalmente alle splendide atlete Francesca Di Bartolomei, Matilde Di Cesare, Emma Guidarelli e Claudia Mignemi che da mesi lavorano su questo campionato instancabilmente. Grazie anche alle loro famiglie che supportano in tutti i casi le figlie in gara>. Con la qualificazione conquistata a Pisa, tra due settimane le ragazze della Ginnica 3 affronteranno la finale nazionale dove con la stessa grinta cercheranno di mantenere un posto prestigioso in classifica. Proseguono le tre tecniche Bagnato, Di Iorio e Murru: <Questi grandi risultati agonistici sono frutto di tanto lavoro sul territorio attraverso i corsi di formazione che danno a tutti la possibilita’ di praticare con professionalitá la ginnastica ritmica. Ogni ginnasta, dal corso base al promozionale all’alto livello ha la possibilita’ di esprimersi al meglio. La Ginnica 3 da undici anni ormai divulga nel nostro municipio i valori che lo sport porta con sè, eccellendo nella disciplina della ginnastica ritmica>.

Alessandro Pino

Immagine

A Talenti tornano le uova pasquali che aiutano i piccoli pazienti del Bambin Gesù – di Alessandro Pino

16 Apr

[Roma] Anche quest’anno l’Associazione “Infinito Amore da Emanuele Ciccozzi” (onlus intitolata al bambino di Talenti scomparso prematuramente per una grave malattia alcuni anni or sono) continua la sua gara della dolcezza con la vendita delle uova di Pasqua solidali presso la scuola primaria Caterina Usai in via Alberto Savinio, la stessa che Emanuele ha frequentato fino all’ultimo. L’associazione si propone di promuovere progetti a favore dei piccoli e delle loro mamme in cura presso l’ospedale Pediatrico Bambino Gesu’di Roma. L’obiettivo è quello di regalare un sorriso a chi affronta i complessi percorsi legati alle cure oncologiche. <Negli anni ci siamo dedicati per primi al sostegno psicologico dei bimbi – spiega Claudia Colloca, mamma di Emanuele e presidente della associazione – con questi fondi infatti vorremmo dare continuità alla borsa di studio della dottoressa Alessandra Basso, psicologa nel reparto, per il prossimo anno; tutto questo ci permettera’di vedere consolidati i progressi fatti in reparto dai bimbi>. L’appuntamento alla scuola Caterina Usai per acquistare le uova di Pasqua (buone in tutti i sensi) è il 17 aprile dalle 8 e 30 alle 14.

Alessandro Pino

Immagine

Record di passaporti al Commissariato Fidene Serpentara – di Alessandro Pino

15 Apr

[Roma] Record nazionale del commissariato Fidene Serpentara, risultato primo in Italia per il rilascio di passaporti nel mese di aprile: sono stati 769 i documenti emessi. L’ufficio di polizia amministrativa del commissariato Fidene Serpentara è stato di recente ristrutturato ed è sempre più improntato a garantire un servizio vicino alle esigenze dei cittadini, per i quali si cerca di rilasciare il documento di espatrio in tempi rapidi, in alcuni casi anche a vista. L’anno scorso 2018 sono stati emessi circa 10.000 passaporti e oltre 1000 dichiarazioni di accompagno.

Alessandro Pino

Immagine

Una decisa dichiarazione di stile – di Alessandro Pino

12 Apr

Ci sono persone che cercano la perfezione in tutto ciò che fanno e amano circondarsi di cose il cui la somma del valore concreto si esprime anche in quello formale, traducendosi in una sensazione. Un club ideale di intellettuali di livello accademico, dai gusti spiccatamente raffinati, depositari di un romantico passato di onore militare e civile. Persone abituate all’esclusività, in un insieme di buon gusto, naturale eleganza e simpatia. Persone di successo che hanno in più il gusto del classico, dello stile che non tramonta, di quella solida eleganza che viene ben rappresentata da un paio di scarpe di cuoio inglese come da un baciamano a una dama, eleganza dunque di tratto e di gesti, d’istinto e di educazione, di cui fanno sfoggio con discrezione sia nell’esercizio della professione che nella propria vita privata. La loro è la classe al di là delle mode, dalle quali non si lasciano influenzare in alcuna delle loro scelte, piuttosto anticipandole con uno stile sobrio e raffinato, esatta espressione di uno stile di vita che è anche uno stile di guida, in equilibrio ideale tra estetica ed efficienza, fra prestigio e razionalità, sapendo unire la bellezza alla precisione. Uno stile senza età, sicuro, solido, anche autorevole ma mai sopra le righe, esibito o peggio ostentato. Un modo di vivere che non è tanto il riflesso di uno status sociale, quanto della loro personalità, che si esprime anche attraverso particolari importanti che dicono molto di loro. Nulla di troppo vistoso, s’intende, nulla che tradisca la ricerca di esclusività che è un tratto distintivo irrinunciabile e corporativo per questa élite di selezionatissimi intenditori. Persone che hanno le idee chiare e per questo scelgono sempre per il meglio, sapendo che non si possiede mai completamente. Semplicemente si custodisce e si tramanda, sopravvivendo alle fortune individuali e diventando patrimonio di famiglia. La loro, che appartengono a un certo mondo, è un’eleganza che va oltre le apparenze e si esprime con le scelte decise e prestigiose di chi sa dove vuole arrivare: ogni decisione deve essere precisa, veloce, sicura, provando piacere a scoprire che ogni scelta si è rivelata la migliore, perché dettata solo dal carattere. Del resto, è quella sottile soddisfazione che si prova quando gli oggetti che ci circondano sono coerenti con il proprio gusto e stile di vita: quella sensazione familiare e rassicurante di avere intorno a sé qualcosa che ci appartiene. Un sentirsi a proprio agio che nasce anche dall’ambiente. Ovunque ci si trovi, ma soprattutto ritrovando qualcosa di molto esclusivo: sé stessi. Molto probabilmente fanno parte del loro mondo persone che approvano il gusto delle loro scelte, abitando in una dimensione senza tempo, fatta di lusso, calma e voluttà. Perché chi ha il bello intorno ha il buono dentro.

Alessandro Pino

Immagine

A Settebagni aperta via Val d’Orcia: ma non potevano intitolarla al dottor Zerbo? – di Alessandro Pino

8 Apr

[Roma] È stato finalmente aperto nel pomeriggio di oggi il tratto di strada che a Settebagni collega via Capoliveri con la nuova zona residenziale nota come “Horti della Marcigliana”. L’inaugurazione della strada, chiamata “via Val d’Orcia” e che sicuramente influirà in modo positivo sui flussi di traffico verso la parte collinare del quartiere, è avvenuta alla presenza delle autorità del Terzo Municipio con in testa il presidente Giovanni Caudo, della Polizia di Roma Capitale e di rappresentanti del locale Comitato di Quartiere. Se per quanto riguarda la viabilità non dovrebbero esserci osservazioni negative, sul nome imposto alla via più di qualcuno ha storto il naso: si è persa infatti un’occasione per ricordare degnamente il dottor Rosario Zerbo che fu medico di base a Settebagni dai primi anni Cinquanta fino alle soglie del Duemila, scomparso poco dopo il pensionamento e ancora oggi ricordato per le doti di competenza, umanità e rude franchezza. A tale mancanza andrebbe posto rimedio, tanto più che nel Municipio la toponomastica legata alle valli è storicamente concentrata in zona Conca d’Oro, a diversi chilometri da Settebagni.
Alessandro Pino

Immagine

L’auto di scorta del sindaco Raggi NON era in sosta vietata – di Alessandro Pino

7 Apr

[Roma] A proposito della notizia apparsa anche sulla stampa di un presunto divieto di sosta cui avrebbe contravvenuto una vettura di scorta a disposizione del sindaco di Roma Virginia Raggi, la Polizia di Roma Capitale ha emesso il seguente comunicato ufficiale: ”

Con riferimento alle foto apparse su alcuni organi di stampa che ritraggono l’auto di scorta della Sindaca in presunto divieto di sosta, occorre precisare che il veicolo, come risulta evidente nelle immagini diffuse, non era in divieto di sosta. L’automobile era ferma nell’area immediatamente successiva al segnale di interdizione alla sosta, integrato dal simbolo che pone fine al divieto stesso.

*

Nessuna regola è stata infranta, in considerazione anche del fatto che i mezzi delle persone sottoposte a tutela da parte degli organi di Polizia, per motivi di sicurezza devono fermarsi nel luogo più vicino alla persona posta sotto scorta, al fine di consentire una veloce via di fuga in caso di emergenza

“.

Alessandro Pino

Immagine

Talenti: rapinato a bastonate mentre rovistava nei rifiuti – di Alessandro Pino

6 Apr

[Roma] Triste episodio di violenza tra poveri ieri a Talenti: un nigeriano venticinquenne che stava rovistando in un secchio della spazzatura a via Luigi Capuana, dopo aver trovato tra i rifiuti due orologi, è stato aggredito a bastonate da due romeni di 19 e 27 anni che volevano impossessarsene. Le urla della vittima hanno attirato l’attenzione di un passante che ha chiamato la Polizia. I due aggressori sono stati fermati dagli agenti delle Volanti con i bastoni intrisi del sangue del nigeriano, portato in ospedale in codice giallo.

Alessandro Pino

Immagine

Usurai in manette: operavano anche a Monte Sacro – di Alessandro Pino

4 Apr

[Roma] Una gang di usurai che gravitava anche nella zona di Monte Sacro – oltre che a Centocelle, Anzio e Tivoli – è stata sgominata oggi alle prime ore del mattino dalla Squadra Mobile della Polizia. L’attività investigativa coordinata dal Gruppo Reati contro il Patrimonio della Procura della Repubblica di Roma, ha portato all’esecuzione di dieci misure cautelari. Sono stati individuati tre distinti gruppi criminali e smantellata una pericolosa associazione a delinquere che effettuava prestiti di denaro ad interessi usurari a vari personaggi romani e che per il recupero dei soldi utilizzava violenze e minacce, attraverso talvolta delle vere e proprie estorsioni. Agli arrestati sono contestati a vario titolo i reati di estorsione, di associazione a delinquere finalizzata all’usura ed all’esercizio abusivo dell’attività finanziaria, nonché per alcuni anche le lesioni personali aggravate in occasione della riscossione del denaro prestato ad interessi usurari. Le vittime non in grado di saldare il debito venivano infatti malmenate. Cinque persone sono state portate presso le carceri di Regina Coeli a Roma e di Velletri e altre cinque sono state messe agli arresti domiciliari.

Alessandro Pino

(Immagine: Questura di Roma)

Immagine

Arresti al centro per minori di Villa Spada – di Alessandro Pino

3 Apr

[Roma] Questa mattina sono state eseguite misure cautelari personali emesse dal GIP del Tribunale Ordinario di Roma, Dott. Francesco Patrone, a carico di soggetti appartenenti alla “Virtus Italia Onlus – Consorzio di solidarietà sociale”, tutti impiegati all’interno del Centro di Primissima Accoglienza per Minori non Accompagnati di Via Maria Annibale di Francia, zona Villa Spada.
Le indagini iniziate nel 2016 sono state coordinate dalla Procura di Roma e condotte dalla Polizia Locale di Roma Capitale; esse hanno consentito di rilevare reiterati abbandoni di minorenni, nella maggior parte dei casi sotto i quattordici anni, secondo forme e modalità ben organizzate e pianificate. In alcuni casi i minori, anche bambini sotto i dieci anni, venivano agevolati o indotti ad allontanarsi dal personale della struttura persino in tarda notte, sottoponendoli ad evidenti pericoli per la loro incolumità.

I provvedimenti emessi sono costituiti da due misure cautelari in carcere a carico del Presidente dell’Associazione “Virtus Italia Onlus” e del Responsabile del centro di Via Annibale di Francia, da quattordici misure cautelari agli arresti domiciliari e sei obblighi di presentazione alla Polizia Giudiziaria per il vice responsabile del predetto centro e gran parte degli operatori in forza all’Associazione.

Alessandro Pino

Immagine

“Roma, i suoi volti, le sue voci” venerdì 5 aprile a Piazza Sempione, aula consiliare

1 Apr

vocicapitolineIn occasione della pubblicazione dell’antologia Voci capitoline, di Sabrina Sciabica, venerdì 5 aprile alle ore 17,00, presso la Sala Consiliare del Municipio di Piazza Sempione, si terrà un confronto pubblico sulla città. Inoltre, saranno esposte le tele dell’artista Margherita Lipinska dedicate a Roma. «Vivere nella capitale è un’esperienza unica, per questo motivo ho deciso di dedicarle un’intera pubblicazione, frutto delle mie esperienze, della mia fantasia e di incontri avvenuti in questo luogo incantevole e caotico, splendido e malinconico, vivace e allo stesso tempo, per varie ragioni, trascurato», scrive la giornalista Sabrina Sciabica. Le Voci capitoline sono venti racconti sulla vita quotidiana in una delle più antiche e immense città del mondo; uno sguardo rapido e fulmineo, una narrazione di mondi possibili, personaggi realmente incontrati ed episodi accaduti. Questi “screenshot”metropolitani offrono uno spaccato della società contemporanea e hanno, come argomento e sfondo comune, la città eterna. Alcune storie sono realistiche, basate su incontri e scontri sui mezzi pubblici, altre invece partono da fatti e atmosfere concreti per arrivare a situazioni surreali, corrispondenti a sogni o desideri dei personaggi che animano questo teatro fantastico che è la vita. Racconti ironici e comici si susseguono a quelli più riflessivi e malinconici, catturando così il lettore in un multiforme vortice emozionale. Con uno stile ironico e mai banale, Sabrina Sciabica ci fa viaggiare sulle montagne russe di una vita selvaggia, quella della Roma odierna. «Alcune voci che ho udito le ho trasformate in parole. Eccole qui, perché, a seguire, ognuno possa aggiungere le proprie». Il testo sarà spunto di dibattito con Margherita Lipinska, artista, Gherardo Dino Ruggiero, attore, divulgatore e anima de Il Carro de’ Comici di Roma, Sabrina Sciabica, giornalista e scrittrice.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: