Archivio | 15:37
Immagine

Appio Latino: preso mentre ruba in una clinica | di Alessandro Pino

6 Mar

[ROMA] Era riuscito a entrare nello spogliatoio del personale di una clinica in zona Appio Latino rubando un cellulare, due portafogli e novanta euro in contanti. Per questo un romeno diciannovenne senza fissa dimora è finito in manette per furto aggravato. A coglierlo sul fatto sono stati due medici della clinica mentre i loro colleghi chiamavano il 112. Il malvivente ha provato a scappare ma sul posto sono arrivati i Carabinieri della Stazione Roma Tuscolana.
La refurtiva è stata recuperata e restituita ai proprietari.
Alessandro Pino

Immagine

Tor Fiscale: scoperto Covid Party di compleanno con 39 persone | di Alessandro Pino

6 Mar

[ROMA] Trentanove persone perlopiù sudamericane sono state trovate dai Carabinieri mentre festeggiavano un compleanno in un circolo privato in via di Torre Branca, zona Tor Fiscale.

I militari della Stazione Roma IV Miglio Appio avevano notato delle persone di fronte all’ingresso del locale- noto ritrovo per appassionati di balli caraibici- che vedendoli hanno tentato di svicolare dentro senza dare nell’occhio.
La scena però non è sfuggita ai Carabinieri che hanno scoperto il Covid Party in pieno svolgimento. I presenti, di età compresa tra i 18 e i 45 anni, sono stati identificati e sanzionati come anche la presidente del circolo, una quarantaseienne della Bolivia.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Porta di Roma: ruba il portafogli a una donna, arrestato | di Alessandro Pino

6 Mar

[ROMA] Un algerino ventiquattrennenni con precedenti è stato arrestato dalla Polizia a Porta di Roma per furto aggravato nel pomeriggio del 5 marzo. Il nordafricano aveva rubato il portafogli di una donna all’interno della galleria commerciale ma è stato bloccato dagli agenti del III Distretto Fidene Serpentara.
Alessandro Pino

Immagine

Colleferro: la zona rossa non ferma lo spaccio | di Alessandro Pino

6 Mar

[COLLEFERRO- RM] L’istituzione della zona rossa non ha fermato lo spaccio e il consumo di droga nella zona di Colleferro: due persone sono infatti state arrestate dai Carabinieri.

A casa di un trentunenne del luogo con precedenti per reati contro la persona e il patrimonio, trovato mentre camminava con cinque grammi di hashish con sé, è stata scoperta una serra artigianale con dodici piante di marijuana. L’uomo è finito ai domiciliari in attesa di giudizio definitivo.


I militari della Stazione di Valmontone hanno arrestato un quarantanovenne del luogo che in auto aveva dieci grammi di cocaina divisa in dosi e altri due grammi a casa. L’uomo ha patteggiato una pena di otto mesi con una multa di 700 euro.
Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Carabinieri Roma)

Immagine

Un nuovo testimone per la canzone d’autore: Stefano de Filippo con “Il cappellaio matto”

6 Mar

[A cura di Alessandro Pino] Proprio mentre impazza la kermesse sanremese, lontano da spettacolarizzazioni esasperate è uscito in tutti gli store digitali, in streaming e in rotazione radiofonica il singolo del cantautore Stefano de Filippo intitolato “Il cappellaio matto”.
Dopo anni di esibizioni dal vivo in locali, tentativi e sperimentazioni è arrivata dunque la grande occasione per il trentunenne artista: «Cominciai con la pubblicazione di una raccolta di poesie – confida Stefano De Filippo – per poi dedicarmi con tutto me stesso alla musica».
Parlando del brano appena uscito, vera e propria ballad dal testo coinvolgente e asciutto e dai suoni rarefatti (arrangiato da Francesco Vinciotti), Stefano De Filippo spiega: «Nasce di fronte a un fotogramma del film Alice in Wonderland e da lì ho voluto costruire un parallelismo tra una storia d’amore moderna e il rapporto che coesiste fra Alice e il Cappellaio matto». Anche il videoclip che veste il brano è coerente con tale scelta minimalista ed essenziale: è diretto dal regista Michele Vitiello (che ha firmato gli ultimi lavori per immagini di Ivana Spagna, Amedeo Minghi, Audio2), con la collaborazione di Niccolò Carosi, la fotografia di Enrico Petrelli e il montaggio di Damiano Punzi.

Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: