Annunci
Archivio | aprile, 2017

Crolla il ramo di un albero su un marciapiede a Settebagni – di Alessandro Pino

29 Apr

image

Dramma sfiorato la mattina del 29 aprile a Settebagni dove sul marciapiede adiacente il capolinea delle linee Atac135 e 039 è crollato un ramo di un albero rinsecchito che si trova sul terrapieno soprastante. Fortunatamente al momento della caduta sul marciapiede non transitavano persone.
Alessandro Pino

Annunci
Galleria

Più stampa che cittadini all’incontro con l’assessore Montanari e la presidente del Municipio Capoccioni al Tmb di Via Salaria, straordinariamente senza puzza

28 Apr

A seguito del rinfocolarsi delle polemiche sull’ impianto di trattamento rifiuti di via Salaria, dopo che il 24 aprile un automezzo aveva urtato il controsoffitto causando il distacco di una lastra in cemento , era stato convocato dalle amministrazioni per il 26 aprile un ennesimo incontro con i comitati di cittadini cui avrebbe partecipato l’assessore capitolino all’ Ambiente, Pinuccia Montanari.

Ulteriori discussioni aveva provocato la stessa forma adottata per annunciare l’incontro: il social network Facebook, con un messaggio sulla pagina della presidente del Terzo Municipio, Roberta Capoccioni, presente anche lei con gran parte dei suoi assessori e consiglieri: «Noi lo abbiamo chiesto lunedì (il 25 aprile, festivo, ndr) ci è stato detto di si – ha commentato al riguardo la presidente Capoccioni – purtroppo sapete che i nostri uffici sono chiusi, al Comune non lavorano per cui non avevamo la possibilità di fare una richiesta scritta ufficiale, per cui avevo mandato io sul mio profilo un messaggio Facebook appena mi è stata data certezza dell’orario. La comunicazione è stata non formale ma la cosa più importante è che l’assessore è venuta qui a rispondere ai cittadini mettendoci la faccia».

A dire il vero di cittadini, intesi come comitati di quartiere, all’ora convenuta per l’incontro ce n’erano assai pochi, tre in tutto: il presidente del CdQ Serpentara, Stefano Ricci, quello del CdQ Settabagni, Gianpiero D’Ubaldo e un membro del CdQ Villa Spada che però si era fermato per caso. Come si è appreso poi, una mail di invito ufficiale è giunta intorno alle 11,30 sugli indirizzi dei cdq, quando l’incontro era fissato alle 15,30.

Il resto dei presenti erano giornalisti locali, inclusa una troupe del Tg 3 regionale. Dopo pochi minuti dall’interno dell’impianto – dal quale casualmente non provenivano i miasmi che di solito ammorbano i quartieri circostanti – sbucava il gruppo delle autorità che avevano appena terminato un sopralluogo.

A prendere la parola una volta arrivata all’ingresso è stata l’assessore Montanari: «confermo l’importanza del nostro piano che prevede la riduzione della produzione dei rifiuti e soprattutto la raccolta differenziata. Anche oggi abbiamo visto attaccapanni, scatole di plastica, materassi. Tutto questo materiale indifferenziato non dovrebbe essere più indifferenziato, bisogna investire molto per la raccolta differenziata. Bisogna togliere questo materiale indifferenziato da questi impianti…ci sono ancora metalli che possono essere valorizzati, ci sono frazioni della cellulosa che possono essere regolarizzate, c’è ancora dentro tanto materiale organico che va sottratto…è chiaro che questo è un processo lungo che va fatto nei tempi giusti e stabiliti, non credo che bisogna illudere nessuno però sono anche convinta che dobbiamo partire da un lato dalla riduzione dall’altro da questo forte impegno per una raccolta differenziata seria, perché una città come Roma merita una grande raccolta differenziata e questo materiale può diventare davvero oro e non essere come in questo momento un elemento di grande criticità».

Mentre l’assessore Montanari parlava, la presidente Capoccioni con i suoi collaboratori, presente anche l’assessore all’ambiente Municipale Domenico D’Orazio, rimaneva in disparte ad alcuni metri di distanza: «Noi come Municipio ricordiamo a tutti che non abbiamo in realtà nessun potere – ha risposto la presidente a chi notava la circostanza – per cui facciamo da tramite nella comunicazione ma non abbiamo il potere di agire e prendere decisioni, è il Comune che ha questo potere e che ci deve mettere la faccia e prendere l’impegno a fare qualche cosa, per cui noi chiediamo che loro vengono, poi sono loro che devono parlare». L’assessore Montanari ha dato appuntamento al prossimo 19 maggio per un nuovo incontro; sinceramente però a chi segue ormai da anni questa vicenda  sembra quasi di partecipare a una specie di gioco dell’oca in cui si finisce per tornare alla casella di partenza, ossia la dissennata scelta di piazzare uno stabilimento di trattamento rifiuti in mezzo a quartieri residenziali.

Alessandro Pino

Flash: lavori sulla rete idrica a Settebagni, meglio fare scorta! – di Alessandro Pino

24 Apr

image

Sembra sia in corso un intervento sulla perdita di acqua lungo la Salaria a Settebagni. Visti i ben noti precedenti appare consigliabile provvedere a un minimo di scorta idrica.
Alessandro Pino

(foto: M. Topo)

Ennesimo affioramento di acqua su via Delle Lucarie a Settebagni – di Alessandro Pino

24 Apr

image

Ennesima perdita di acqua in via Delle Lucarie a Settebagni: l’affioramento – all’altezza del civico 9 – é stato notato la  mattina del 24 aprile durante un giro di ispezione compiuto da membri del locale Comitato di Quartiere. Attualmente è inoltre in corso sulla Salaria nei pressi del supermercato MD un’altra perdita proprio dove già si era intervenuti ripetutamente in passato, come del resto in via Delle Lucarie, interessata negli anni passati  anche dall’apertura di voragini.
Alessandro Pino 

(Foto: S. De Rosa)

Torna la perdita d’acqua su via Salaria interna a Settebagni

23 Apr

Era iniziato come un piccolissimo affioramento lungo il rattoppo risalente all’ultima riparazione, un paio di giorni fa. Domenica l’acqua già è tornata a bagnare un tratto di strada di una ventina di metri, sotto il ponte della ferrovia , all’altezza del supermercato MD. É giá la terza volta che la conduttura idrica sottostante fa registrare delle perdite.

Luciana Miocchi

Chiodi sul viadotto dei Presidenti per depredare gli automobilisti? – di Alessandro Pino

22 Apr

image

Secondo quanto è stato riferito in rete, sul viadotto dei Presidenti (nel Terzo Municipio della Capitale) ci sarebbe il rischio di venire derubati da ignoti predatori di strada, appostati nella vegetazione ai lati delle carreggiate, che agirebbero dopo aver lanciato sull’asfalto dei chiodi – presumibilmente a tre punte come quelli nella foto – in modo da indurre il malcapitato automobilista a fermarsi per controllare il danno agli pneumatici. Tale modalità di operare, se confermata, ricalcherebbe quella di analoghi episodi accaduti  recentemente su altre strade, Raccordo incluso.
Alessandro Pino

Galleria

Un buon Natale a Roma dal ponte Nomentano

21 Apr

pinopontenomentano.jpg

In occasione del 2770 compleanno della città eterna, “Il carro dei comici” terrà il consueto incontro al ponte Nomentano, ove Gherardo Dino Ruggiero racconterà la storia dell’avamposto, narrerà le gesta dei tanti personaggi che lo hanno attraversato e i mille aneddoti di cui è a conoscenza. Appuntamento alle 15,30 nei pressi del ponte, per info 3387965614

LM

Riaperto il parco Bolivar ma c’è ancora molto da fare – di Alessandro Pino

21 Apr

image

Dopo oltre un anno di chiusura e innumerevoli polemiche su un ipotizzato dissesto geologico – poi smentito – della zona, il 20 aprile ha riaperto il parco Simon Bolivar, nel cuore di Monte Sacro. La chiusura si era resa necessaria dopo il crollo di alcuni alberi: quelli pericolanti sono stati tagliati. Certo, rimane ancora molto da fare: la sera stessa della riapertura, nel giardino si trovava qua e là spazzatura sparsa a terra, segno che probabilmente durante i mesi di chiusura più di qualcuno si era comunque introdotto di straforo. Lo stesso busto di Simon Bolivar risulta vandalizzato – il naso del Libertador è stato spaccato – come anche uno dei pannnelli di vetro che ne illustrano la biografia ed è presente un armadietto elettrico competamente sfasciato,
image

quindi con l’interno accessibile. Ai cancelli manca la segnaletica con gli orari di apertura del giardino – ci sono solo dei tabelloni che riportano la dicitura “IV Municipio” quindi precedenti il riordino dei municipi della Capitale avvenuto nel 2013 – e nemmeno è stata riparata la recinzione abbattuta da uno degli alberi crollati (il varco creatosi è malamente chiuso con una rete). Il Comitato Città Giardino – presieduto da Simona Sortino – ha appunto annunciato che chiederà di intervenire agli uffici competenti ed anche la presidente del Terzo Municipio, Roberta Capoccioni, con un comunicato in rete ha dichiarato che “il lavoro del Municipio continua al fine di riportarlo ad essere un luogo curato e decoroso”.
Alessandro Pino

image

Giardini Metro Jonio: riaprono domenica 23 aprile – di Alessandro Pino

20 Apr

image

Riapriranno domenica 23 aprile i giardini soprastanti la stazione Jonio della metropolitana B1. L’area verde, ridotta ormai in condizioni pietose dopo ripetuti atti di teppismo, era rimasta chiusa alcune settimane per consentire lo svolgimento di un intervento di recupero, curato dalla associazione di protezione civile Nucleo Sicurezza Ambientale Roma Nord con la partecipazione del Comitato Indipendente Val Melaina e della associazione Agorà. I lavori sono consistiti nella rimozione dei rifiuti, nell’installazione di un cancello più alto dal lato della gradinata per rendere difficoltoso lo scavalco nelle ore notturne, nel ripristino del manto erboso  e nella cancellazione delle scritte vandaliche. Ciliegina sulla torta, alcuni murales  – dipinti da Giusy Guerriero, Moby Dick e Noa – che omaggiano la pellicola “Ladri di Biciclette” di Vittorio De Sica, girata proprio nel quartiere a pochi metri da dove oggi sorgono la stazione e il giardino.  Per le ore 17 è previsto l’inizio della manifestazione di riapertura, con intrattenimento musicale e animazione per i bambini.
Alessandro Pino

Perde acqua il “nasone” vicino la chiesa a Settebagni – di Alessandro Pino

19 Apr

Nel corso degli ultimi anni la fontanella di acqua pubblica che si trova nei pressi della chiesa a Settebagni  – all’intersezione della Salaria con via Sant’Antonio di Padova – ne ha passate di tutti i colori (addirittura scomparendo all’improvviso in 

image

circostanze mai chiarite). Da qualche giorno perde acqua dal coperchio: serve una riparazione prima che si trasformi in doccia all’aperto.
Alessandro Pino

Pulizie di primavera sabato 22 aprile a Talenti e ai Prati Fiscali – di Alessandro Pino

18 Apr

Si annuncia un sabato all’insegna delle grandi pulizie di primavera in due strade del Terzo Municipio della Capitale: per la mattina del prossimo 22 aprile sono infatti previsti praticamente in contemporanea due interventi di bonifica e cura del territorio da parte dei cittadini, in via dei Prati Fiscali e nell’area verde di via Dario Niccodemi. Nel primo caso 

image

l’iniziativa – che fa seguito ad altre accomunate dallo slogan “Pulimose Roma”) è a cura della associazione DeDesign e di Retake Roma Terzo Municipio, nell’altro è del Comitato di Quartiere Talenti (presieduto da Manuel Bartolomeo).  Per entrambi gli appuntamenti l’inizio è previsto alle nove.
Alessandro Pino

image

Pasqua con sorpresa, per i romani il rischio cassonetto pieno

15 Apr

Articolo pubblicato su La voce de Municipii del 14 aprile 2017

Il Tmb Salario non chiude. Che sia in arrivo anche un’impianto per l’umido? 

15 Apr

Articolo pubblicato su La voce del Mjnicipio del 14 aprile 2017

Galleria

Salaria a 30 all’ora dal GRA a Prati Fiscali nei due sensi di marcia

14 Apr

pubblicato su La Voce del Municipio del 14 aprile 2017

30allora* * *

Manto stradale dissestato sulla statale, un ricorso al Tar blocca il rifacimento

Salaria a 30 all’ora dal GRA a Prati Fiscali nei due sensi di marcia

Monta la protesta verso il provvedimento provvisorio fino a giugno

La sorpresa è arrivata di lunedì. A seguito di un’ordinanza del Comandante dei Vigili del III gruppo, la via Salaria da Prati Fiscali al Gra nei due sensi di marcia, a causa del dissesto della strada, è percorribile con un limite di velocità a 30 orari. Al momento si tratta di un provvedimento a termine, fino a giugno. Se volete provare l’ebrezza della velocità, invece, le rampe di accesso presenti sulla stessa, sono a 40, come già era previsto dal Cds, lì non si è ritenuto di dover intervenire. Non si tratta dell’unico tratto del Comune di Roma con simile limite ma è di certo l’unica via statale, arteria che porta automobilisti dalla provincia e da Rieti, che ha un tratto di circa 8 chilometri a tale velocità. E’difficilissimo rispettare il limite: si rischiano tamponamenti, insulti e colpi di clacson, nonché le sghignazzate dei ciclisti che per una volta sorpassano le auto di gran carriera. La fila infatti, si forma solo in determinati orari di punta. Come effetto collaterale, ora vi è anche il divieto di sosta, che le zone a 30 portano con sé. Ciò ovviamente espone al rischio multa, legittimo, chi parcheggia lungo la statale. Sono apparsi i primi autovelox mobili e le proteste sui social si sono moltiplicate. Il problema è che in alcuni punti l’asfalto ha ormai l’aspetto bombardato – anche se per altre strade altrettanto disastrate non si è provveduto nella stessa maniera – sono quasi dieci anni che non viene rifatto. Il provvedimento che stanziava i fondi, del 2015, a firma del Sindaco Marino, dapprima è stato rallentato dal Commissariamento in seguito alle sue dimissioni, poi una delle ditte che partecipò alla gara di appalto ha fatto ricorso al Tar, sospendendolo fino a decisione. Non resta che andare a passo d’uomo o aggirare la Salaria. Almeno fino a giugno.

Luciana Miocchi

Galleria

Guerra a Cinque Stelle in III Municipio. Volano gli stracci a piazza Sempione e sui Social

14 Apr

Articolo pubblicato su La Voce del Municipio del 14 aprile 2017.

Nel frattempo, uno degli attivisti firmatari, in calce al post sul gruppo fb di “MoVimento 5 Stelle Roma III Municipio” ha chiarito di aver firmato credendo si trattasse di un foglio rilevamento presenze, non della lettera di sfiducia. A lui il consiglio di leggere sempre bene prima dove appone i suoi autografi, chè questa volta era “solo” un atto politico: altrimenti, in altri luoghi e in altre occasioni, a vedersi recapitare a casa un’enciclopedia in 74 volumi e una batteria di pentole da 174 pezzi è un attimo…

Luciana Miocchi

sfiducia consigliera Burri

* * *

E’ ormai contrapposizione aperta tra la presidente del Municipio Roberta Capoccioni e la consigliera Francesca Burri

Una guerra tutta a Cinque Stelle. Volano gli stracci a piazza Sempione e sui social

L’evoluzione della vicenda potrebbe disegnare scenari politici inediti

Sul gruppo fb “MoVimento 5 Stelle Roma III Municipio”, corredato dalle firme dei proponenti, la prima delle quali è della presidente del Municipio Roberta Capoccioni, un comunicato stampa che sfiducia apertamente l’operato della consigliera penta stellata Francesca Burri. Nel preambolo si legge, tra le altre cose:«la rappresentanza del Movimento 5 Stelle del Municipio III portavoce e attivisti intendono esprimere la totale sfiducia nei confronti della consigliera Francesca Burri» Alla stessa si ascrive una difformità di voto “nelle riunioni di maggioranza, i ripetuti ed inaccettabili attacchi personali ai portavoce attraverso i social o in sede di commissione” nonché “il comportamento tenuto all’interno dell’aula consiliare”. Prosegue la nota: «Per quanto oggi espresso il M5S del Municipio III non intende più essere associato alle azioni alla persona della consigliera Francesca Burri che, con proprio agire si pone completamente al di fuori del progetto politico elaborato con i cittadini». Lo scritto arriva al termine di un lungo braccio di ferro, spesso emerso anche nelle aule di piazza Sempione e sui social. Nulla di strano, ogni consialiatura ha visto “irregolari” più o meno contro alcune posizioni della propria parte politica ma fino all’era cinque stelle, gli screzi o le vere e proprie guerre rimanevano relegati al “si dice” e ufficialmente era tutto sotto controllo, anche se le urla si alzavano alte dietro le porte. L’atto di oggi, firmato tra gli altri anche da assessori in carica e ex, nonché da consiglieri e attivisti apre scenari politici fin qui mai esplorati. Un consigliere municipale viene eletto e non può essere cacciato in alcun modo legale. Certamente sapere di non essere persona gradita può portare ad aderire al gruppo misto ma questo deve essere una propria decisione, perché è cosa che possa essere fatta d’ufficio: tale passaggio, infatti, deve essere proclamato in consiglio e ratificata da questo. Per assurdo, la Burri potrebbe decidere di rimanere nel gruppo pentastellato e nessuno potrebbe impedirglielo. Potrebbe dimettersi ma spontanemente, lasciando il posto al primo dei non eletti della lista. O scenario ancora più inedito: potrebbe essere espulsa dal suo partito e rimanere comunque nel gruppo originario, creando non pochi dissidi e guerre. Rimarrebbe un’altra ipotesi da fantascienza: le dimissioni in blocco della maggioranza. Per l’intanto, nessuno risponde, né la presidente del Municipio né la consigliera Burri, che è rimasta sorpresa dal post, di cui si diceva ignara, prima di chiudersi nel riserbo. Studiare le prossime mosse è essenziale.

Piazza Menenio Agrippa: tolte per sicurezza le strisce pedonali – di Alessandro Pino

13 Apr

image

Sono state cancellate le strisce di attraversamento pedonale a piazza Menenio Agrippa – nel cuore di Monte Sacro nel Terzo Municipio della Capitale. La decisione era stata presa nella Commissione Municipale Lavori Pubblici presieduta dal consigliere pentaatellato Franco Rauccio –  alla presenza anche dell’assessore delegato Annalisa Contini – per motivi di sicurezza, essendosi verificati sulla zebratura nel corso del tempo numerosi investimenti di pedoni. Curiosamente, per un errore della ditta appaltatrice le strisce da rimuovere erano invece state rinfrescate. Una segnalazione in rete della presidente del Comitato Città Giardino, Simona Sortino, ha fatto sì che si ponesse rimedio alla svista. Ricapitolando:  non  è più consentito  attraversare a piedi piazza Menenio Agrippa, i pedoni possono usare le strisce presenti pochi metri prima in via Maiella o quelle pochi metri più avanti.
Alessandro Pino

(foto S. Sortino)

Un mercato rionale due volte a settimana per Settebagni – di Alessandro Pino

13 Apr

image

Il quartiere di Settebagni avrà un suo mercato rionale – alimentare ma non solo – che si svolgerà due volte a settimana nell’area esterna al parco Umberto Nobile. Lo ha annunciato in rete l’assessore municipale al Commercio, Simone Proietti. La Giunta del Terzo Municipio guidata da Roberta Capoccioni ha infatti dato mandato agli uffici  competenti per intraprendere le iniziative necessarie affinchè comincino le attività commerciali. Si verrà in tal modo incontro alle richieste della cittadinanza  incentivando il piccolo commercio  di prossimità.
Alessandro Pino

Questa parete al Nuovo Salario fa schifo: un murales (autorizzato) la renderà bella – di Alessandro Pino

12 Apr

In via Pian di Scò (al Nuovo Salario, nel Terzo Municipio della Capitale) c’è una parete di cemento lunga una ventina di metri da sempre oggetto di affissioni abusive e deturpata dagli scarabocchi dei soliti teppisti bombolettari.  Per questo motivo è stata inserita nel progetto “Arte e Città a Colori” – promosso dalla associazione di protezione civile Nucleo Sicurezza Ambientale Roma Nord – per essere sottoposta a un intervento artistico che prevede la pittura di un murales, al pari di quanto realizzato in diverse stazioni ferroviarie di Roma. Doveroso specificare che sono state rilasciate tutte le autorizzazioni del caso, perché è successo – incredibilmente in una città in cui accade praticamente di tutto senza che nessuno fiati – nei giorni scorsi che i ragazzi arrivati per eseguire il lavoro siano stati aggrediti verbalmente da parte di alcuni residenti al grido di “ve ne dovete andare”: così ha riferito con un post in rete Marco Quarato di Retake Roma Terzo Municipio. Quel giorno si è preferito lasciar perdere, mancando evidentemente la serenità per 

image

proseguire, ma il vicepresidente della Nsa Roma Nord, Francesco Galvano, è convinto ad andare avanti  e prossimamente il murales verrà dipinto. Il bozzetto lo abbiamo visto in anteprima ma non possiamo svelarlo, vi diamo però un indizio sul tema: “Tanto tempo fa, in una galassia lontana, lontana…”.
Alessandro Pino

Primavera in Terzo Municipio: tutti all’aria aperta! – di Alessandro Pino

12 Apr

E tornata la bella stagione e con essa sono ricominciate anche le iniziative all’aria aperta nelle zone verdi pubbliche del Terzo Municipio per far conoscere e valorizzare il territorio, rivolte sia ai grandi che ai più piccoli. A inaugurare il calendario è stata la “Festa di Primavera” tenutasi il pomeriggio di sabato primo aprile nel parco noto come “L’isola che non c’è” in via Dell’Ateneo Salesiano. Organizzata dal Comitato di Quartiere Porro Lambertenghi che ha in affidamento l’area – rimasta per lunghi anni in abbandono – la giornata ha visto dapprima una pulizia straordinaria di tutta la strada con il supporto dell’Ama e al pomeriggio la celebrazione con il cappellano dell’azienda di nettezza urbana e diversi momenti di 

image

intrattenimento artistico e musicale. Tutto questo come primo passo di un ideale percorso che vuole coinvolgere le realtà locali valorizzando il parco e le zone ad esso adiacenti.
Il sabato successivo, 8 aprile, sono state le aree verdi in zona Serpentara – il parco delle Betulle e quello delle Magnolie – ad animarsi per tutto il pomeriggio con partite di calcio, basket, laboratori creativi di riutilizzo, scambi di figurine e laboratori di giardinaggio didattico per educare i più giovani alla sensibilità ecologica. A promuovere le attività, in questo caso, sono stati il Comitato di Quartiere Serpentara, l’associazione Aurora e la onlus Terra dei Piccoli, con il patrocinio del Terzo Municipio.
Alessandro Pino

La scalinata fuori la stazione a Settebagni ritorna bella grazie ai cittadini – di Alessandro Pino

8 Apr

Rimasta per lungo tempo alla mercè dei soliti teppisti bombolettari e degli incivili insozzatori, la gradinata che collega via della Stazione di Settebagni con via San Giovanni Valdarno è stata oggetto la mattina dell’otto aprile di un intervento di riqualificazione promosso dal locale  Comitato di Quartiere assieme ai volontari di Retake Roma Terzo Municipio (vincitori del Premio Montesacro nel 2015). Il lavoro, cui hanno contribuito cittadini di ogni età, è consistito nella rimozione delle scritte e degli scarabocchi – effettuata con una idropulitrice fornita dall’Ama – nel 

image

rinnovo della tinteggiatura dei parapetti e nello sfalcio e pulizia delle immediate adiacenze. Inoltre il parapetto del mezzanino é ora decorato con un piccolo murales realizzato da Susanna Lunadei.
Alessandro Pino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: