Archivio | giugno, 2021
Immagine

Serenissima: strappa la collana a una anziana, arrestato | di Alessandro Pino

30 Giu

[ROMA] Ha strappato la collana a una signora anziana: per questo un romeno quarantunenne è stato arrestato dalla Polizia. É accaduto in viale Della Venezia Giulia nei pressi del viale della Serenissima: gli agenti delle Volanti hanno notato l’uomo che correva in direzione opposta alla loro mentre alcuni passanti urlavano per segnalare lo strappo appena commesso.

I poliziotti hanno inseguito a piedi il malvivente fino al cortile di un condominio dove ha gettato la collana per poi cadere a terra. L’uomo è stato arrestato per furto con strappo mentre la collana è stata recuperata e restituita alla vittima.

Alessandro Pino

Immagine

La tavola di Emanuela: pizzotte Margherita e bianche in padella

30 Giu

Un modo molto efficace per cuocere le pizze è usando delle padelle effetto pietra: in questo modo si raggiunge una cottura superiore a quella della maggior parte dei forni elettrici di casa e un sapore simile a quello dato da un forno a legna

INGREDIENTI PER 4/6 PERSONE

Per l’impasto: 600 grammi di farina di semola e 400 grammi di farina; mezzo litro di acqua tiepida; tre cucchiai di olio d’oliva; 20 grammi di sale; 2 grammi di lievito di birra; mezzo cucchiaino di zucchero.

Per il condimento della versione Margherita: una mozzarella grande tagliata a cubetti, ben scolata e lasciata a prendere aria per qualche ora; basilico in foglie; salsa di pomodoro preparata con olio, sale e una puntina di zucchero.

Per il condimento di quella bianca: mozzarella preparata come sopra, un cucchiaio di rosmarino sminuzzato o lasciato in rametti, pepe nero in polvere.

ATTREZZATURA

Impastatrice planetaria, padella effetto pietra, coperchio per la padella, tre ciotole, pellicola in rotolo, un canovaccio pulito, mattarello, cucchiaio.

PREPARAZIONE

Cominciate formando la farina a fontana dentro il cestello dell’impastatrice a cui avrete montato il gancio; dividete l’acqua tiepida fra due ciotole, in una va sciolto il sale e nell’altra va sciolto il lievito con il mezzo cucchiaino di zucchero.

Versate l’acqua con il lievito nella fontana di farina e avviate l’impastatrice a bassa velocità, dopo qualche istante aggiungete l’acqua con il sale, qualche istante ancora e aggiungete l’olio d’oliva. Lasciate in movimento fin quando l’impasto non si stacca dalle pareti del cestello.

A quel punto, togliete l’impasto e adagiatelo in una ciotola dopo averne leggermente cosparso il fondo con un po’ di olio. Coprite con la pellicola e sopra di essa il canovaccio; lasciate riposare in un luogo caldo (va bene anche il forno spento ma con la luce accesa) per circa otto ore, fin quando l’impasto non è lievitato raddoppiando di volume.

Dopo la lievitazione prendere l’impasto, dividetelo in più parti stendendo ogni pezzo con il mattarello sul piano, dandogli una forma rotonda per creare una pizzotta.

Fate arroventare la padella effetto pietra sulla fiamma senza mettere olio sul fondo. Adagiate la prima pizzotta e spolverateci su un pizzico di sale. Lasciatela cuocere da un lato coprendo la padella con un coperchio, controllando di tanto in tanto fino a che diventi ben cotta, a quel punto giratela aggiungendovi un filo d’olio. Ora, a seconda del condimento:

PER LA PIZZOTTA MARGHERITA

spandere la salsa di pomodoro con un cucchiaio coprendo bene tutta l’estensione dell’impasto; aggiungere i cubetti di mozzarella, coprite e lasciate cuocere per sei o sette minuti fino a che si è sciolta la mozzarella. Una volta cotta aggiungere un paio di foglie di basilico.
Ripetere il procedimento per ogni pizzotta.

PER LA PIZZOTTA BIANCA
aggiungete i cubetti di mozzarella, cospargete di rosmarino e spolverate il pepe.
Ripetere il procedimento per ogni pizzotta.

…alla prossima ricetta e buon appetito!

La cuoca casalinga Emanuela Sgarroni si è formata sui testi sacri della cucina e della pasticceria italiana, regionale e internazionale, seguendo le vere esperienze e le tradizioni più autentiche.

Immagine

Via Monte Cervialto: a fuoco un minimarket | di Alessandro Pino

30 Giu

[ROMA] Un incendio è divampato nella notte in un minimarket di via Monte Cervialto. Le fiamme si sono sviluppate nella zona frigoriferi causando gravi danni all’impianto elettrico e alle strutture in plastica.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco del distaccamento Nomentano. Fortunatamente nessuna persona è rimasta coinvolta.

Alessandro Pino

(Foto Comando Provinciale Vigili del Fuoco Roma)

Immagine

Incendio nella Marcigliana, 50 ettari di Riserva in fiamme | di Alessandro Pino

29 Giu

[ROMA] Un disastroso incendio ha devastato cinquanta ettari di vegetazione nella Riserva Naturale della Marcigliana nel pomeriggio del 27 giugno.

I danni sono stati limitati grazie a un lungo intervento della associazione di Protezione Civile Avs Cosmos: fino a sera due squadre con sette operatori più una in supporto hanno fatto in modo che le fiamme non raggiungessero le aziende agricole presenti né coinvolgessero persone o animali.

Alessandro Pino

Immagine

Pigneto: fermato alla guida di una moto rubata | di Alessandro Pino

29 Giu

[ROMA] Un trentaseienne del Senegal, senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dai Carabinieri al Pigneto.

Lo straniero era stato fermato dai militari della Stazione Roma Piazza Dante mentre guidava una moto in via del Pigneto. Poiché non ha mostrato ai Carabinieri i documenti di riconoscimento e di circolazione è stato portato in caserma per accertamenti: lì è emerso che il motoveicolo era stato rubato il giorno prima.

Per questo il senegalese è stato sottoposto a un fermo di indiziato di delitto per ricettazione e trattenuto in camera di sicurezza, in attesa del processo per direttissima. Il veicolo è stato restituito al proprietario.
Alessandro Pino

Immagine

“Spaccio Arte”: la Fanfara della Polizia suona a San Basilio | di Alessandro Pino

28 Giu

[ROMA] La Fanfara della Polizia di Stato diretta dal maestro Secondino De Palma si è esibita la sera del 27 giugno in piazza Aldo Bozzi a San Basilio.

L’iniziativa fa parte del progetto “Spaccio Arte” promosso dalla giornalista Federica Angeli volto a contrastare la criminalità organizzata nelle  piazze di spaccio più attive della Capitale attraverso la diffusione dell’arte e della cultura. Era presente in piazza ad ascoltare le note della Fanfara anche il noto sacerdote anti spaccio Don Antonio Coluccia.


Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Raduno a Torrita Tiberina per le Alfa del Club Cuore Sportivo Lazio | di Alessandro Pino

27 Giu

[ROMA] Il graduale ritorno alla normalità dopo la pandemia è segnato anche dalla ripresa delle attività del motorismo storico, settore in cui uno dei sodalizi più noti e attivi è il Club Cuore Sportivo Lazio, dedicato al marchio Alfa Romeo.

La prima uscita ufficiale del Club dopo la lunga interruzione dovuta alle norme anti Covid si è tenuta lo scorso 27 giugno- tre giorni dopo il 111° anniversario del marchio- con destinazione Torrita Tiberina.

Come d’abitudine, le vetture del Biscione sono state accolte dai responsabili del Club Maurizio Solazzi e Danilo Cambrini per la partenza dalla zona Anagnina: una ventina di auto tra cui due Alfetta, la granturismo Montreal, la rara Giulietta Turbodelta e poi lo Spider, le Giulia e Giulia GT, (più la solita Mito imbucata…).

Sempre divertente il lungo percorso di trasferimento in colonna, prima sul Raccordo e poi sulle strade della Sabina passando per la Diramazione Roma Nord della autostrada A1.

All’arrivo a Torrita Tiberina, dove nel frattempo erano giunte altre vetture storiche Alfa Romeo, i partecipanti al raduno sono stati accolti in piazza della Repubblica dal sindaco, dottoressa Rita Colafigli, indossante la fascia tricolore d’ordinanza.

Successivamente presso l’antico Castello il presidente del locale centro sociale anziani, Maurizio Ruggeri, ha illustrato la storia della cittadina ovviamente non mancando di ricordarne il legame con Aldo Moro, lo statista democristiano assassinato nel 1978 dalle Brigate Rosse che qui aveva una villetta in cui trascorrere i fine settimana e le cui spoglie riposano nel minuscolo cimitero adiacente il centro abitato.

Alessandro Pino

Immagine

Monte Sacro: il busto di Simon Bolivar è tornato al suo posto  |  di Alessandro Pino

27 Giu

[ROMA] É finalmente stato ripristinato il busto di Simon Bolivar nel parco a lui intitolato nel cuore di Monte Sacro.

Il manufatto era stato ripetutamente vandalizzato e infine gettato a terra in frantumi nel maggio 2019. La scoperta è stata fatta dal divulgatore di storia romana Gherardo Dino Ruggiero durante una delle sue visite guidate al vicino Ponte Nomentano e alle relative adiacenze.

Alessandro Pino

(Foto Gherardo Dino Ruggiero)

Immagine

Centocelle: studente rapinato del cellulare, un arresto | di Alessandro Pino

27 Giu

[ROMA] Ha aggredito uno studente diciassettenne minacciandolo con un paio di forbici per impossessarsi del cellulare. Per questo un trentaseienne romano è stato arrestato dai Carabinieri.

É accaduto in piazzale Delle Gardenie nella tarda serata del 26 giugno. Sul posto sono intervenuti i militari della Stazione Roma Centocelle che grazie alla geolocalizzazione del cellulare della vittima sono riusciti a raggiungere e bloccare il rapinatore in via delle Palme. L’uomo aveva addosso il cellulare sottratto allo studente e le forbici usate per rapinarlo.

Alessandro Pino

Immagine

Manuel Bartolomeo, dirigente FdI di Monte Sacro, è uno dei primi ad annunciare la candidatura alle prossime elezioni municipali di ottobre – di Luciana Miocchi

26 Giu

(Roma, 26 giugno 2021)

È stato uno dei primi in FdI a dichiarare la propria intenzione di partecipare alle prossime elezioni municipali. Rimasto fuori dal parlamentino di piazza Sempione nell’ultima tornata elettorale, Manuel Bartolomeo è tornato più deciso che mai a rappresentare ogni quartiere del Municipio III, tanto da averne inserito i nomi nel suo manifesto elettorale, al contrario di altri che hanno scelto di identificarsi in un quartiere in particolare.

Allora Bartolomeo, la sua candidatura riporta di attualità il fatto che lei e la sua compagna, Giordana Petrella, più volte consigliera municipale del Pdl prima e di FdI poi, facciate politica entrambi nel terzo municipio e questo vi crea delle ostilità, soprattutto nell’area del centro destra. Come se lo spiega, visto il sostanziale disinteresse del centro sinistra per il vostro status familiare? Nel vostro schieramento vi temono? Siete considerati un pericolo per chi voglia ascendere al municipio? Non vi sentite un po’ i Bartella’s di Montesacro?

Io e Giordana ci siamo conosciuti quando entrambi già facevamo politica attiva sul territorio, ognuno per conto suo. Credo che questo sia un valore aggiunto per la politica territoriale quindi non vedo perché dovremmo essere temuti da qualcuno, anzi! Ci tengo a precisare però che, nonostante gli obiettivi comuni, facciamo politica in modo diverso e quindi siamo ben distinti.

I poteri del municipio, allo stato, sono alquanto limitati, le competenze spesso si accavallano intralciandosi con quelle del Comune. Perchè le persone continuano a candidarsi comunque?

Perché il lavoro sul territorio è la base indispensabile della politica, perché il lavoro sul municipio è l’unico vero “front Office” con i cittadini. Credo che a distanza di quasi 10 anni dall’ultima vittoria del centrodestra a livello amministrativo romano, sia arrivato il momento di cambiare pagina dopo le due esperienze fallimentari del centro sinistra e una del Movimento 5 stelle i cittadini meritano l’impegno e la competenza

Quindi impegno e competenza ritiene di possederle solo lei e il suo schieramento politico?

Nessuno nasce con la bacchetta magica per cambiare un territorio con 1 solo mandato elettorale,ma con  l’impegno e il saper condividere e ascoltare i residenti si possono avere grandi risultati a differenza delle ultime 3 amministrazioni.

Luciana Miocchi

Immagine

Domenica 27 giugno a spasso per Città Giardino e il Ponte Nomentano con “Il Carro de’Comici” | di Alessandro Pino

26 Giu

[ROMA] Domenica 27 giugno torna ancora una volta l’appuntamento con la Storia con la esse maiuscola, a spasso per Monte Sacro e le visite guidate a cura della associazione “Il Carro de’ Comici”.

Si comincia alle 10 di mattina con l’appuntamento sul Ponte Nomentano e le sue adiacenze per proseguire alle 16 con la visita a Città Giardino partendo dal portico di piazza Sempione, sempre in compagnia dell’attore e regista Gherardo Dino Ruggiero, apprezzato divulgatore di storia romana assieme al quale divertirsi imparando.
Per informazioni e prenotazioni telefonare al 338 7965614.

Alessandro Pino

Immagine

Serpentara: sequestro di pistole detenute illegalmente, un arresto | di Alessandro Pino

26 Giu

[ROMA] Da un controllo effettuato in zona Serpentara la Polizia è arrivata al sequestro di due pistole di cui una rubata e l’altra con matricola abrasa.

È successo il 22 giugno: gli agenti del commissariato Celio trovandosi in viale Titina De Filippo hanno visto una Jeep con a bordo un personaggio a loro noto per essere stato sorpreso mesi prima a comprare droga.

A quel punto i poliziotti lo hanno seguito fino a via Tina Pica dove l’uomo ha parcheggiato la Jeep salendo su una Panda appena arrivata guidata da un’altra persona.

Appena c’è stato lo scambio di droga e denaro, i due individui sono stati bloccati e perquisiti anche a casa: uno di loro è stato trovato in possesso di cocaina mentre l’altro deteneva illegalmente due armi semiautomatiche. Le pistole, una Beretta risultata rubata e una Zastava con la matricola abrasa, sono state sequestrate.

L’uomo trovato con le armi, un romano cinquantenne, è finito ai domiciliari mentre l’altro, un trentaquattrenne è stato denunciato per spaccio di stupefacenti.

Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

Immagine

Piazza Bologna: al culmine della lite sfascia a pugni il vetro di un’auto parcheggiata | di Alessandro Pino

25 Giu

[ROMA] Una lite tra ventenni alle prime luci dell’alba è sfociata in un alterco violento con uno dei due contendenti che ha preso a pugni per la rabbia il lunotto di una macchina in sosta tra piazza Bologna e viale XXI Aprile, mandandolo in frantumi. Per questo un ventunenne romano è stato denunciato dai Carabinieri.

I militari della Stazione Viale Libia e del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Parioli intervenuti sul posto, i militari hanno appurato che la lite era scoppiata per futili motivi e che il ventunenne alla fine aveva sfasciato il vetro dell’auto di proprietà di un residente.

Per il giovane c’è stata appunto la denuncia a piede libero per danneggiamento aggravato.

Alessandro Pino

Immagine

Quando getti gli abiti, buttali nel cassonetto apposito, non lasciarli fuori! – di Luciana Miocchi

25 Giu

(Roma, 25 giugno 2021)

La foto è stata scattata nel primo pomeriggio da un residente del quartiere di Settebagni, su una delle vie principali. Da qualche tempo sul marciapiede è stato posizionato, come in altri punti limitrofi, un contenitore per il recupero degli indumenti usati, in modo che non finiscano nella spazzatura indifferenziata. Questa mattina erano stati notati diversi sacchi di plastica neri, abbandonati a fianco del raccoglitore, come se la fatica fatta per portarli fin li fosse stata talmente eccessiva da non consentire l’azionamento della maniglia che li trasporta all’interno e impedisce eventuali condizioni di degrado. Poco prima erano stati segnalate delle donne che rovistavano tra i sacchi aperti, alla ricerca dei capi migliori. Poi è arrivata la foto del camerino improvvisato in mezzo alla strada. Ancora più indumenti sparsi sul marciapiede, probabilità che vengano raccolti e portati via dalla squadra addetta al decoro, vicine allo zero. Ad ogni buon conto, la segnalazione è stata inoltrata. Bastava utilizzare correttamente il cassonetto, quello in foto o il gemello in via della Maremma…

Luciana Miocchi

Immagine

Truffe dello specchietto: un denunciato dalla Stradale di Settebagni | di Alessandro Pino

25 Giu

[ROMA] L’autore di un ennesimo caso della famigerata “truffa dello specchietto” è stato denunciato dalla Polizia Stradale di Settebagni. Vittima questa volta una ragazza che percorreva il Grande Raccordo Anulare: la giovane automobilista è stata costretta ad accostare sulla corsia di emergenza da un uomo che prima le aveva dolosamente danneggiato la macchina.

Dopo una breve discussione l’uomo è riuscito a farsi consegnare alcune decine di euro per il danno che sosteneva avesse subito il suo veicolo, allontanandosi in fretta quando la ragazza ha detto di voler chiamare la Polizia.

La vittima è riuscita comunque a segnars la targa parzialmente leggibile ed è andata alla Stradale di Settebagni per denunciare l’ accaduto. Gli agenti sono così risaliti alla targa del veicolo e al conducente.
Alessandro Pino

Immagine

Il candidato sindaco di Roma del centrodestra Enrico Michetti incontra i coordinatori municipali di Forza Italia

25 Giu

[ROMA] La campagna elettorale per le prossime amministrative è ormai entrata nel vivo e il candidato sindaco del centro destra nella Capitale, Enrico Michetti, ha incontrato i membri della struttura operativa sul territorio romano di Forza Italia: i coordinatori dei Municipi (tra cui quello del III, Roberto Borgheresi), quelli delle consulte tematiche istituite dal partito assieme ad alcuni parlamentari come l’onorevole Annagrazia Calabria.

Nell’ampio giardino sulla Flaminia di una azienda specializzata in comunicazione ed eventi, tra piante di alto fusto e fragranze di colonie di un certo livello, Michetti è stato presentato dal senatore Maurizio Gasparri assieme alla candidata prosindaco Simonetta Matone ed è intervenuto anche il coordinatore nazionale di F.I. ed europarlamentare Antonio Tajani.

Ai due candidati è stato consegnato il programma redatto da Forza Italia e che verrà confrontato con quello delle altre forze della coalizione di centrodestra.

Enrico Michetti ha accettato di rispondere a un paio di nostre domande:

Nel caso venisse eletto sindaco di Roma quale sarebbe il suo programma per i primi cento giorni?

«Ci dovremo occupare di trasporti, di igiene urbana, dovremo pianificare un reingresso del turismo e dovremo occuparci di quelle categorie in grande difficoltà nel corso della pandemia per rendere il loro lavoro una attività possibile, senza intralci, senza ostruzionismi, no Bolkestein. Poi dovremmo cercare di ridare spazio e tutelare il grande capitale umano che abbiamo tra i dipendenti dell’ente locale, delle partecipate e di tutto l’indotto. Questo è il primo pensiero qualora i cittadini ci dessero fiducia».

Nell’eventualità di un ballottaggio contro chi preferirebbe andare?

«Temo soltanto l’astensionismo perché significa che il nostro sogno non avrà fatto breccia nei cuori dei cittadini di Roma».

A cura di Alessandro Pino

Immagine

Pietralata: preso con un chilo di droga | di Alessandro Pino

25 Giu

[ROMA] Un ventottenne originario di Colleferro è stato arrestato dalla Polizia a Pietralata dopo essere stato trovato con un grosso quantitativo di droga.

L’uomo era stato notato dagli agenti delle Volanti mentre scendeva dalla macchina e si incamminava frettolosamente verso via di Pietralata.

Accortosi della presenza dei poliziotti, ha buttato via un grosso involucro che aveva in tasca ed è stato perquisito. Nell’altra tasca c’era un secondo pacco: in entrambi c’era hashish per il peso complessivo di un chilo. A casa sua invece sono stati trovati cinquemila euro in contanti.

Alessandro Pino

Immagine

Eur: incendio sotterraneo in un tombino | di Alessandro Pino

25 Giu

[ROMA] Un incendio di apparati elettrici si è sviluppato nella notte del 25 giugno all’Eur in un tombino all’incrocio tra viale America e la Cristoforo Colombo.

La colonna di fumo sollevatasi ha allarmato i cittadini che hanno chiamato i Vigili del Fuoco, intervenuti con due squadre operative e il Nucleo Speleo Alpino Fluviale.
Alessandro Pino

Immagine

Omicidio a coltellate in piazzale Appio: in manette il killer- LE FOTO DELL’AGGRESSIONE | di Alessandro Pino

24 Giu

[ROMA] C’è un arresto per il brutale omicidio avvenuto la sera del 22 giugno in piazzale Appio, fuori la fermata metro San Giovanni, quando un iracheno trentunenne richiedente asilo è stato trovato a terra in un lago di sangue e con un coltello conficcato nella schiena.
L’arrestato è un armeno ventisettenne

LE INDAGINI DELLA POLIZIA

Dalle prime ricostruzioni effettuate dalla Squadra Mobile e dal VII Distretto San Giovanni intervenuti sul posto con la Scientifica, è emerso che un ignoto aggressore, verosimilmente straniero, secondo le testimonianze di due ragazze che si erano accorte di quanto accaduto, aveva accoltellato la vittima.

Dalle immagini delle telecamere della sala operativa della Questura è stata confermata la dinamica dei fatti:  due persone stavano discutendo nemmeno animatamente sul marciapiede che fa angolo con via Taranto, quando uno dei due improvvisamente con un coltello preso di nascosto dalla tasca dei pantaloncini che indossava, ha colpito il malcapitato con dei fendenti e poi è fuggito.

La vittima è stata identificata dai documenti che aveva con sé, assieme ai bigliettini di un autolavaggio in via di Castel di Leva. C’era poi la fotocopia di un documento appartenente ad un cittadino giordano.

Gli agenti sono andati all’autolavaggio e presso il luogo di dimora dell’iracheno, scoprendo che lo straniero era di fatto insieme al cittadino giordano il proprietario dell’autolavaggio in cui lavoravano due impiegati, uno siriano e uno armeno, di cui però in un primo momento non si è riusciti a scoprire il domicilio.

Nella notte è stato rintracciato e il cittadino giordano che ha riferito di un problema con il dipendente armeno legato ad ammanchi di soldi rispetto alle auto che venivano lavate: per questo i due soci avevano deciso di licenziarlo dandogli la paga della giornata visto che nonostante l’evidenza l’impiegato continuava a negare di averli rubati. Da qui l’incontro chiarificatore finito in tragedia.

L’OMICIDIO

L’esame di altre immagini prese dalla videosorveglianza dei negozi hanno fornito altri particolari: in un filmato si è visto i due soggetti discutevano sul marciapiede ma nemmeno in modo animato, finchè all’improvviso c’è stata la violenta reazione dell’armeno che con un coltello ha colpito al collo e alla gola l’iracheno che si è accasciato a terra.

L’accoltellatore in un primo momento si è allontanato ma poi ci ha ripensato tornando indietro e continuando a infierire sul corpo riverso sul marciapiede, lasciandogli il coltello conficcato nella nuca e finalmente andando via.

Dalle immagini raffiguranti le caratteristiche fisiche dell’aggressore si è riusciti a trovare la corrispondenza tra la fisionomia del killer e la fotografia presente nel sistema informatico del nominativo trovato tra gli impiegati dell’autolavaggio: appunto un armeno nato nel 1994, incensurato, munito di foglio di soggiorno provvisorio in quanto richiedente asilo politico, presente già da qualche anno in territorio italiano, di fatto senza fissa dimora.

LA CACCIA ALL’UOMO

È quindi iniziata la caccia all’uomo tramite il segnale gps presente sul suo cellulare rintracciato alla stazione Termini dove il fuggitivo aveva preso un treno in direzione sud, partendo prima che i poliziotti arrivassero.

Il segnale gps indicava la direzione di Latina e si è riusciti a capire che il fuggitivo andava a Napoli, stabilendo su quale treno si trovasse: all’arrivo alla stazione di Napoli Centrale verso la mezzanotte del 23 giugno c’erano gli agenti della Squadra Mobile di Napoli che che lo hanno bloccato e dopo le pratiche del caso lo hanno portato nel carcere di Poggioreale.

 Alessandro Pino

(Immagine Questura di Roma)

Immagine

Ponte delle Valli: bonifica dagli accampamenti, spento un incendio | di Alessandro Pino

24 Giu

[ROMA] Si è svolta la mattina del 22 giugno nell’ambito del “Rail Safe Day” una operazione di bonifica, sgombero dei microinsediamenti e messa  in sicurezza delle aree adiacenti la stazione Nomentana e la pista ciclabile del fosso di Sant’Agnese lungo l’Aniene, dopo che era stato rilevato dalla PolFer sotto il ponte delle Valli un accampamento di tende dove viveva una quindicina di rom.

L’intervento si è svolto con la collaborazione del personale del III Distretto Fidene Serpentara, del Compartimento Polfer Lazio e con la collaborazione del III Gruppo Nomentano della Polizia Roma Capitale. 

Per la pulizia e lo sfalcio dell’area, in condizioni di grave degrado per i rifiuti accumulati e le sterpaglie è stata preziosa la collaborazione da parte della Direzione di Protezione Aziendale della RFI e di un gruppo di cittadini.

Durante l’attività di bonifica lungo la ciclovia è divampato un incendio di sterpaglie, domato dai Vigili del Fuoco e dai volontari di una associazione di Protezione Civile..

Alessandro Pino

(Foto Questura di Roma)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: